Autore: salvo figura Topic: CANNALUARI  (Letto 1074 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline salvo figura

  • Piccolo Scriba
  • **
  • Post: 89
  • Sesso: Maschio
CANNALUARI
« il: 20:18:57 pm, 04 Febbraio 2016 »
  • Publish
  • L'hanno definito il più antico di Sicilia e forse è vero. Ricordo che mio nonno, classe 1902, usava la ghjiucca, il mantello elegante dei carrettieri, per mascherarsi e fare degli scherzi innocenti ai suoi coetanei. E la tradizione continuò fino alla metà degli anni sessanta, ripresa dai miei genitori e dai loro amici, più un gran numero di palazzolesi "gaudenti" e spensierati; almeno per quei giorni.
    "I tri ggjiorna ro picuraru" venivano chiamati i giorni dalla domenica al martedì.Si mangiava grasso e si beveva ancor di più. E la vita scorreva serena, o tale sembrava.
    Si assisteva a una specie di livellamento sociale: non esisteva il ricco e il povero. Il massaro era pari al dottore e l'avvocato ballava con l'operaio(masculi ccu masculi). Era quasi come andare, mi si perdoni l'accostamento,  a messa la domenica: tutti uguali davanti a Dio e tutti uguali davanti al "santo carnevale".
    Si diceva anche che "Cannaluari è santu miraculusu" e difatti la domenica era rarissimo che piovesse. Al massimo qualche fiocco di neve mischiato ai coriandoli.
    Oggi temo che quel "santo"si sia stancato di fare miracoli. Davanti alle mascherate del Gay pride o del family day, tutti contro tutti, "l'un contro l'altro armato" ci scanniamo a colpi di "contro" e di ideologie blasfeme per tauni, sacre per altri.
    Peccato, ci si divertiva con poco: coi botteghini del "sutta nuvanta" in piazza, coi veglioni o i balli al Comune o nei cinema Odeon e Sardo.
    Poi arrivarono i "night", per i pochi bombardini coi soldi, arrivò la Trota, la Sala degli specchi,, non si tirarono più coriandoli ma uova e "nigghjiu". le mazze presero il posto delle trombette e i carri"artefatti" il posto delle gentili mascherine o dei rozzi travestimenti alla "Turi Rizza".
    Prendete questo mio ricordo come l'epitaffio di un Carnevale morto e che puzza di cadavere ormai da decenni. Non occorre nemmeno l'autopsia: si sa che è morto di disamore, disaffezione, distrazione e "ateismo". Sì l'ateismo di chi non crede più nemmeno nella Sacra Laicità del Carnevale. E non è uno scherzo questo, è la realtà. Le facce e le maschere dei prossimi giorni, nascondono una inquietudine triste, un disagio feroce un disamore troppo grande.
    E' morto il Carnevale, viva 'U Cannaluari.... Palazzolo credo sia l'unico paese in Italia che abbia una Via dedicata al Carnevale.

     

    Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 

    Facebook Comments

    Link Consigliati:
    Portale turistico per le vacanze a Siracusa e Provincia - vacanzesiracusa.com

    Increase your website traffic with Attracta.com
    Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il presente FORUM, non rappresenta una testata giornalistica in quanto sar� aggiornato senza alcuna periodicit�. Non pu� pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite, non sempre ma in massima parte, sono tratte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse.Il Gestore del FORUM, non � responsabile del contenuto dei commenti ai post, n� del contenuto dei siti "linkati"

    WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!