Autore: Visitatore Topic: Software libero: Epilogo  (Letto 6109 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Lelio

  • Visitatore
Software libero: Epilogo
« il: 16:40:02 pm, 29 Aprile 2011 »
  • Publish
  • @SC:
    Dato che non è mio costume pestare i piedini quando trovo qualcuno che non la pensa come me, avevo pensato di lasciar cadere la nostra discussione, ma visti gli sviluppi, ti voglio dare uno spunto per riflettere, e sono costretto ad aprire un nuovo topic dato che non posso più accodarmi all'originale.
    La discussione percedente è finita come era naturale che finisse: con una tua replica. Sono certo che se fosse stata iniziata da qualcuno favorevole a Windows, o a Mac, tu saresti qui a contraddirlo lo stesso, per il puro piacere di ascoltarti, innamorato della tua voce, dialettica e sagacia; c'è una definizione per tutto questo: narcisismo. Una certa dose è ammessa, anzi potrebbe pure essere benefica, ma quando si attingono certe vette non è più tanto benefico. Affrontare qualsiasi cosa come se fosse una gara, l'atteggiamento aggressivo in generale, pretendere di avere sempre l'ultima parola, fare allusioni offensive, come i "complimenti" (a proposito, la mia casella PEC per comunicare con la P.A. l'ho già attivata, di una PEC per altri scopi per ora non ho bisogno), tutto concorre alla formazione del quadro. Un consiglio: riguardati, Narciso si innamorò tanto di se stesso da lasciarsi morire. E' inutile dirti che il tempo che impiegherai per rispondermi sarebbe sprecato: non mi interessa condividere un qualsivoglia spazio con te: una discussione come questa ogni tanto sarebbe sopportabile, molto meno averne più di una.
    P.S.: Windows non l'ho rimosso perché mi affeziono a tutto, anche alle cose che non mi servono più.
    P.P.S.: Di Stallman (con due elle) ho letto più di un'intervista, e conosco alcune sue posizioni su cellulari, Ipad e altro.

    Offline SC

    • Administrator
    • Scrittore del Forum
    • *****
    • Post: 3.061
    • Sesso: Maschio
    • Ci si impegna e poi si vede
      • Google Profile
    Re:Software libero: Epilogo
    « Risposta #1 il: 17:17:11 pm, 29 Aprile 2011 »
  • Publish
  • @SC:
    Dato che non è mio costume pestare i piedini quando trovo qualcuno che non la pensa come me, avevo pensato di lasciar cadere la nostra discussione, ma visti gli sviluppi, ti voglio dare uno spunto per riflettere, e sono costretto ad aprire un nuovo topic dato che non posso più accodarmi all'originale.
    La discussione percedente è finita come era naturale che finisse: con una tua replica. Sono certo che se fosse stata iniziata da qualcuno favorevole a Windows, o a Mac, tu saresti qui a contraddirlo lo stesso, per il puro piacere di ascoltarti, innamorato della tua voce, dialettica e sagacia; c'è una definizione per tutto questo: narcisismo. Una certa dose è ammessa, anzi potrebbe pure essere benefica, ma quando si attingono certe vette non è più tanto benefico. Affrontare qualsiasi cosa come se fosse una gara, l'atteggiamento aggressivo in generale, pretendere di avere sempre l'ultima parola, fare allusioni offensive, come i "complimenti" (a proposito, la mia casella PEC per comunicare con la P.A. l'ho già attivata, di una PEC per altri scopi per ora non ho bisogno), tutto concorre alla formazione del quadro. Un consiglio: riguardati, Narciso si innamorò tanto di se stesso da lasciarsi morire. E' inutile dirti che il tempo che impiegherai per rispondermi sarebbe sprecato: non mi interessa condividere un qualsivoglia spazio con te: una discussione come questa ogni tanto sarebbe sopportabile, molto meno averne più di una.
    P.S.: Windows non l'ho rimosso perché mi affeziono a tutto, anche alle cose che non mi servono più.
    P.P.S.: Di Stallman (con due elle) ho letto più di un'intervista, e conosco alcune sue posizioni su cellulari, Ipad e altro.


    la precedente discussione  è stata chiusa a richiesta dell'utente che l'aveva aperta non dal sottoscritto, l'intervento amministrativo di replica è stato fatto a chiarimento delle regole  esistenti su questo forum riguardo l'uso dei blocchi dei topic.

    ritengo che i commenti sul  mio presunto carattere,o sui mie probabili difetti  non facciano parte di un argomento con un nesso razionale e documentabile  sul software libero, ma probabilmente questa mia ipotesi è frutto solo di narcisismo tuttavia i lettori possono già farsi un idea da soli senza che io prosegua questa discussione
    « Ultima modifica: 23:52:27 pm, 29 Aprile 2011 da SC »
    Informa anche tu con Openjournalism
    ----------------------
    Così scrivo secondo le mie idee personali

    Così come Amministratore del Forum
    Regolamento

    enrico tomasi

    • Visitatore
    Re:Software libero: Epilogo
    « Risposta #2 il: 18:39:33 pm, 29 Aprile 2011 »
  • Publish
  • @SC:
    Dato che non è mio costume pestare i piedini quando trovo qualcuno che non la pensa come me, avevo pensato di lasciar cadere la nostra discussione, ma visti gli sviluppi, ti voglio dare uno spunto per riflettere, e sono costretto ad aprire un nuovo topic dato che non posso più accodarmi all'originale.
    La discussione percedente è finita come era naturale che finisse: con una tua replica. Sono certo che se fosse stata iniziata da qualcuno favorevole a Windows, o a Mac, tu saresti qui a contraddirlo lo stesso, per il puro piacere di ascoltarti, innamorato della tua voce, dialettica e sagacia; c'è una definizione per tutto questo: narcisismo. Una certa dose è ammessa, anzi potrebbe pure essere benefica, ma quando si attingono certe vette non è più tanto benefico. Affrontare qualsiasi cosa come se fosse una gara, l'atteggiamento aggressivo in generale, pretendere di avere sempre l'ultima parola, fare allusioni offensive, come i "complimenti" (a proposito, la mia casella PEC per comunicare con la P.A. l'ho già attivata, di una PEC per altri scopi per ora non ho bisogno), tutto concorre alla formazione del quadro. Un consiglio: riguardati, Narciso si innamorò tanto di se stesso da lasciarsi morire. E' inutile dirti che il tempo che impiegherai per rispondermi sarebbe sprecato: non mi interessa condividere un qualsivoglia spazio con te: una discussione come questa ogni tanto sarebbe sopportabile, molto meno averne più di una.
    P.S.: Windows non l'ho rimosso perché mi affeziono a tutto, anche alle cose che non mi servono più.
    P.P.S.: Di Stallman (con due elle) ho letto più di un'intervista, e conosco alcune sue posizioni su cellulari, Ipad e altro.

    leilo, credo l'intervento di maurizio faccia bene il quadro della situazione non solo sul topic, ma anche dello spirito del  forum:

    Che orgasmo questa discussione. Ci sono capitato per caso e mi sono "arricriato". Chapò Mr. Sc. Una chiara. lucida, esposizione intrisa di competenza e obiettività. Sai Shadow non è polemica quella di Sc ma critica. Critica nel senso vero e nobile della parola. Ha messo in discussione, argomentando scientificamente, le tue convinzioni usando professionalità e correttezza. Non ci vedo polemica ma solo un bel confronto. Non dare mai per "assoluto" il tuo sapere, non rientra nella filosofia del byte (on/off),  qualche bella, sana, aspra, critica fa sempre bene allo spirito e sicuramente alla mente. Scusate l'intrusione.


    Ps.
    Qual'è si scrive senza apostrofo. Capito SC?  :P

    enrico tomasi

    • Visitatore
    Il ministero degli Esteri della Germania abbandona Linux, troppo caro
    « Risposta #3 il: 23:45:41 pm, 17 Maggio 2011 »
  • Publish
  • Trovo interessante pubblicare questo articolo a proposito della discussione su Linux.
    Lionheart aveva esordito nella discussione dicendo che le amministrazioni pubbliche avrebbero potuto risparmiare parecchi soldi avvalendosi di una piattaforma libera. stando a quanto sperimentato nelle amministrazioni pubbliche tedesche sembra proprio non sia così:
     


    Il Ministero degli Esteri della Germania abbandona Linux e l'open source e torna alla dotazione Microsoft: Linux è antieconomico, inefficace, difficile da usare e poco compatibile con Windows. Dall'anno prossimo i computer del Ministero tedesco torneranno pertanto a Windows 7 e Office 2010.
    Il Ministero degli Esteri aveva annunciato nel 2008 il passaggio della sua infrastruttura software verso i programmi Linux open source, giustificando questa decisione con la necessità di risparmiare sui costi di gestione. Oggi il Governo torna sui suoi passi spiegando che il software libero non è "intrinsecamente più sicuro del software proprietario".

    Il Ministero degli Esteri tedesco abbandona Linux e torna a Windows: costa meno
    Il Commissario IT ha dichiarato che la decisione di migrare di nuovo a Windows è basata su "reclami sostanziali degli utenti circa la facilità d'uso, la mancanza di integrazione e l'interoperabilità insufficiente" delle soluzioni open source adottate dal Ministero.
    Per esempio, gli utenti avrebbero avuto problemi con lo scambio di dati tra i diversi Open Document Format (ODF) implementati, che hanno determinato "un continuo bisogno di sostegno per i formati di documento proprietari" (Office 2007 continua a non digerire bene ODF).
    Secondo Rogall-Grothe, il commissario degli investimenti IT per il governo tedesco, ci sarebbero stati inoltre alti costi del personale dovuti al mantenimento della distribuzione Linux appositamente progettata per il Ministero. Il governo tedesco ha poi affermato che, poiché non vi è responsabilità di prodotto per le applicazioni open source, c'è il "rischio di gravi carenze funzionali e di sicurezza", e che quindi "il beneficio ottenuto [dal passaggio a Linux] è stato inferiore allo sforzo fatto e ai rischi che comporta". Nel rapporto del governo si conclude che gli elevati costi del personale hanno reso l'uso del software libero antieconomico, in più, i risparmi previsti in termini di diritti di licenza non sono stati realizzati.

    Secondo il Governo tedesco gli utenti avrebbero avuto problemi con lo scambio di dati tra i diversi ODF
    A quanto pare le postazioni di lavoro sono state predisposte con sistemi dual boot con Windows e Linux per poter consentire l'uso di un certo numero di applicazioni Windows preesistenti. Inoltre, sembrerebbe che i dipendenti del ministero abbiano dovuto lavorare con versioni dei programmi (Thunderbird e OpenOffice) vecchie di sei anni, che non hanno certo agevolato l'interscambio di documenti al di fuori del Ministero stesso.
    Insomma, la contro migrazione a Windows comporterà un sostanziale risparmio dovuto all'eliminazione dei costi di manutenzione del sistema Linux e dei costi di sviluppo dei driver. Inoltre, basterà un numero inferiore di ore di formazione per il personale, e non ci sarà più bisogno di acquistare componenti hardware compatibili con Linux.
    Il Governo tedesco ha precisato che questa decisione non va contro la politica di sostegno all'uso di open source "ovunque esso sia adatto ed economico", quindi nel backend e per la protezione dell'infrastruttura di rete. Windows 7 e Office 2010 saranno introdotti a partire dal 2012, e la migrazione dovrebbe essere completata entro l'inizio del 2014.

    (da tecnocino.it)
    « Ultima modifica: 03:56:16 am, 18 Maggio 2011 da enrico tomasi »

    Offline Luca

    • Global Moderator
    • Grande Scriba
    • *****
    • Post: 395
    Re:Il ministero degli Esteri della Germania abbandona Linux, troppo caro
    « Risposta #4 il: 09:37:52 am, 18 Maggio 2011 »
  • Publish

  • ... non è "intrinsecamente più sicuro del software proprietario".
    ...

    ...sostegno all'uso di open source "ovunque esso sia adatto ed economico", quindi nel backend e per la protezione dell'infrastruttura di rete.


    E' un po' curioso dire che non è più sicuro dei concorrenti ma che è adatto per proteggere la rete  ;)

    Rimanendo in tema di pubbliche amministrazioni, tempo fa l'Università di Palermo aveva creato  una distribuzione (se non ricordo male basata su Knoppix) rivolta appunto agli uffici amministrativi, si chiamava "Trinacria Linux".

    questo il logo:
    (da wiki)

    enrico tomasi

    • Visitatore
    Re:Software libero: Epilogo
    « Risposta #5 il: 11:49:11 am, 18 Maggio 2011 »
  • Publish
  • non sono un tecnico luca, ma complessivamente si parla di costi-benefici.

    Offline Luca

    • Global Moderator
    • Grande Scriba
    • *****
    • Post: 395
    Re:Software libero: Epilogo
    « Risposta #6 il: 09:43:53 am, 19 Maggio 2011 »
  • Publish
  • Credo di poter dire che i costi sarebbero bassi in quanto costituiti essenzialmente da corsi di formazione veramente "base"; in ogni caso l'acquisto di licenze per software proprietari sarebbe quasi certamente superiore. Nel caso di programmi di produttività "da ufficio" non ci sarebbero grosse difficoltà dato che si tratterebbe di videoscrittura o poco più.

    Diverso è il discorso per i programmi scritti per scopi specifici, lì si impone ovviamente una scelta di campo: adatti l'infrastruttura all'esigenza singola o viceversa.

    Offline SHADOW LIONHEART

    • Agli Inizi
    • *
    • Post: 20
    • Sesso: Maschio
      • SHADOWLIONHEART.IT - Assistenza remota
    Re:Software libero: Epilogo
    « Risposta #7 il: 02:38:48 am, 08 Settembre 2011 »
  • Publish
  • Perdonatemi se riprendo un vecchio argomento ma volevo aggiornavi sulla situazione.
    Nelle ultime settimane il mio piccolo sogno di sta avverando e diversi clienti sono passati definitivamente a Ubuntu e i clienti pienamente felici di usarlo, prendendo di mira in particolar modo gente stufa di sistemi Windows contraffatti e con continui problemi di virus.
    Quando gli ho mostrato le potenzialità di Ubuntu non solo sono rimasti notevolmente colpiti ma vedendo la sua velocità d'esecuzione, la sicurezza e la convenienza hanno chiaramente bandito a vita Windows!
    E per coloro che vogliono dei desktop o notebook nuovi è bastato ordinargli online dei notebook Asus senza Windows.
    Mi sono fatto anche stampare dei manifesti che affiggerò a breve per il paese ma pian piano diversi buccheresi stanno passando a Ubuntu e dopo tante frustrazioni finalmente la gente inizia a capire!  ;)

    enrico tomasi

    • Visitatore
    Re:Software libero: Epilogo
    « Risposta #8 il: 12:50:48 pm, 08 Settembre 2011 »
  • Publish
  • sono contento per te lion.

    spero nel frattempo tu possa aggiornarci anche su quest'altra situazione, comunicandoci le societa' coinvolte. magari potremmo contattarle se ne dovessimo avere bisogno:

    Da parte di uno degli investitori internazionali posso solo dirti che mi è stato chiesto di non divulgare (per il momento) le società coinvolte in questo progetto.
    Anche perchè quando si tratta di creare una società in Italia con più teste da gestire devi capire che la cosa è un pò delicata, infatti il progetto è partito nel 2008 ma è stato concretizzato solo ora.
    Essendoci quindi un giro di milioni di euro devi anche capire che la cosa oltre che essere molto grossa allo stesso tempo è delicata, comunque posso dirti che la sede ufficiale sarà dalle parti di Siena dove stanno costruendo un accademia con una cinquantina di appartamenti da 100 mq l'uno.

    Offline SHADOW LIONHEART

    • Agli Inizi
    • *
    • Post: 20
    • Sesso: Maschio
      • SHADOWLIONHEART.IT - Assistenza remota
    Re:Software libero: Epilogo
    « Risposta #9 il: 13:17:37 pm, 08 Settembre 2011 »
  • Publish
  • sono contento per te lion.

    spero nel frattempo tu possa aggiornarci anche su quest'altra situazione, comunicandoci le societa' coinvolte. magari potremmo contattarle se ne dovessimo avere bisogno:

    Da parte di uno degli investitori internazionali posso solo dirti che mi è stato chiesto di non divulgare (per il momento) le società coinvolte in questo progetto.
    Anche perchè quando si tratta di creare una società in Italia con più teste da gestire devi capire che la cosa è un pò delicata, infatti il progetto è partito nel 2008 ma è stato concretizzato solo ora.
    Essendoci quindi un giro di milioni di euro devi anche capire che la cosa oltre che essere molto grossa allo stesso tempo è delicata, comunque posso dirti che la sede ufficiale sarà dalle parti di Siena dove stanno costruendo un accademia con una cinquantina di appartamenti da 100 mq l'uno.

    Guarda, parlando proprio di questa società internazionale l'ho mandata cordialmente a quel paese Lunedì in quanto tiravano troppo la corda procrastinando, al che gli ho comunicato di cercarsi qualcun'altro altrove e che non ho tempo da perdere con loro.
    A me basta solo fare il mio lavoro con gente seria e chi non lo è lo mando fuori dai piedi.
    Insomma, il diretto responsabile mi ha fatto perdere un sacco di tempo... circa 18 mesi, al che ho detto "basta".

    enrico tomasi

    • Visitatore
    Re:Software libero: Epilogo
    « Risposta #10 il: 15:10:44 pm, 08 Settembre 2011 »
  • Publish
  •  a sto punto conoscere il nome della compagnia ci tornerebbe ancora piu' utile... sapremmo chi evitare, visto che trattasi di gente poco seria che se la tira

    Offline SHADOW LIONHEART

    • Agli Inizi
    • *
    • Post: 20
    • Sesso: Maschio
      • SHADOWLIONHEART.IT - Assistenza remota
    Re:Software libero: Epilogo
    « Risposta #11 il: 15:38:07 pm, 08 Settembre 2011 »
  • Publish
  • a sto punto conoscere il nome della compagnia ci tornerebbe ancora piu' utile... sapremmo chi evitare, visto che trattasi di gente poco seria che se la tira

    Nessun problema, la società si chiama Up Creative Lab S.r.l.  ;)
    Ovviamente non la troverai ancora online in quanto non hanno nemmeno un sito web e ancora la società è in fase di creazione, e francamente spero di non avere più a che fare con loro, in particolare uno degli associati che ovviamente non posso nominare.
    « Ultima modifica: 15:39:47 pm, 08 Settembre 2011 da SHADOW LIONHEART »

    enrico tomasi

    • Visitatore
    Re:Software libero: Epilogo
    « Risposta #12 il: 19:10:23 pm, 08 Settembre 2011 »
  • Publish
  • Nessun problema, la società si chiama Up Creative Lab S.r.l.  ;)
    Ovviamente non la troverai ancora online in quanto non hanno nemmeno un sito web e ancora la società è in fase di creazione, e francamente spero di non avere più a che fare con loro, in particolare uno degli associati che ovviamente non posso nominare.


    riepiloghiamo: la società non esisteva prima, non esiste manco adesso, ma te ne sei uscito perchè era costituita da lestofanti.
     dici di non avere mai iniziato a lavorare con loro, che hai perso solo del tempo,  paradossalmente però ne eri un:
    "Dirigente regionale di Up Creative Lab S.r.l., gruppo di ricerca e sviluppo in ambito informatico, distretto Sicilia 1"
     
    http://www.suseitalia.org/forum/offtopic/un-saluto-tutto-il-forum-di-suse-italia-mi-presento

    che dire...considerando che non vuoi nominare questi associati, se mai dovessimo venire a contatto con delle società che si occupano di "Assistenza remota e promozione sistemi operativi/software Open Source", basterà solo chiedere se conoscono te per evitarci certe "spiacevolezze"! ;)


    « Ultima modifica: 19:29:09 pm, 08 Settembre 2011 da enrico tomasi »

    Offline Maurizio La Rosa

    • Scriba del Forum
    • ***
    • Post: 234
    • Sesso: Maschio
    Re:Software libero: Epilogo
    « Risposta #13 il: 19:22:08 pm, 08 Settembre 2011 »
  • Publish
  • Confermo. Sembra che l'impresa non sia mai stata costituita
    www.infoimprese.it

    enrico tomasi

    • Visitatore
    Re:Software libero: Epilogo
    « Risposta #14 il: 20:49:03 pm, 08 Settembre 2011 »
  • Publish
  • Confermo. Sembra che l'impresa non sia mai stata costituita
    www.infoimprese.it


    Anche perchè quando si tratta di creare una società in Italia con più teste da gestire devi capire che la cosa è un pò delicata, infatti il progetto è partito nel 2008 ma è stato concretizzato solo ora.
    Essendoci quindi un giro di milioni di euro devi anche capire che la cosa oltre che essere molto grossa allo stesso tempo è delicata, comunque posso dirti che la sede ufficiale sarà dalle parti di Siena dove stanno costruendo un accademia con una cinquantina di appartamenti da 100 mq l'uno.
    Comunque hai indovinato, la mia competenza territoriale è infatti chiamata "Sicilia 1", penso che l'avrai visto in qualche altro forum, forse quello di openSUSE.
    Infatti uno di questi tanti progetti coinvolge anche il fatto di far migrare ai sistemi Open Source quelle aziende che hanno voglia di rivoluzionarsi e i benefici sono innumerevoli e questo ci porta all'argomento iniziale del post.
    Ho solo espresso la mi frustrazione a livello locale ma allo stesso tempo avendo anche l'appoggio di tale società diversi progetti informatici potranno essere attuati, senza contare che l'Up Creative Lab S.r.l. crede moltissimo nell'Open Source e sta investendo in merito, a partire dai suoi stessi pc che già in ambito d'ufficio e amministrativo si userà per lo più software open source. Almeno diamo l'esempio, no?


    ...un pessimo esempio, si
    « Ultima modifica: 20:52:47 pm, 08 Settembre 2011 da enrico tomasi »

     

    Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 

    Facebook Comments

    Link Consigliati:
    Portale turistico per le vacanze a Siracusa e Provincia - vacanzesiracusa.com

    Increase your website traffic with Attracta.com
    Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il presente FORUM, non rappresenta una testata giornalistica in quanto sar� aggiornato senza alcuna periodicit�. Non pu� pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite, non sempre ma in massima parte, sono tratte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse.Il Gestore del FORUM, non � responsabile del contenuto dei commenti ai post, n� del contenuto dei siti "linkati"

    WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!