Autore: negi Topic: Il pesciolino rosso sfortunato e la Legge di Iniziativa Popolare Rifiuti Zero.  (Letto 1268 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline negi

  • Scrittore del Forum
  • *****
  • Post: 571
  • Sesso: Maschio
Per chiudere il discorso con il consigliere comunile attivo e del suo staff familiare, per l'improvvido intervento sulla legge di INIZIATIVA POPOLARE "Legge Rifiuti Zero", li metto a conoscenza che quel piccolo lavoro fatto a Palazzolo, (che loro definiscono passerella organizzata per il Sindaco da suoi amici finti oppositori),  dal Movimento Ibleo per l'Acqua e i Beni Comuni ha contrinbuito in piccola parte al risultato che si può evincere dal comunicato stampa che segue, che ho ricevuto dalla delegazione nazionale. Per cui io, e miei amici che hanno partecipato, siamo orgogliosi del lavoro fatto. Adesso tocca alla politica nazionale e a quella locale dare seguito agli impegni assunti. Noi saremo sempre a disposizione per dare consulenze e fornire contatti di chi può facilitare il successo della strategia "Rifiuti Zero" nel nostro Comune.


COMUNICATO  STAMPA


AUDIZIONE per la proposta di legge di INIZIATIVA POPOLARE “LEGGE RIFIUTI ZERO: per una vera società sostenibile”


L’incontro tra la Commissione VIII ambiente della Camera dei Deputati e la delegazione del Movimento LEGGE RIFIUTI ZERO si è svolta in un clima di favorevole ascolto. Il presidente della commissione on. Realacci ha aperto la seduta sottolineando positivamente l’opportunità offerta dalla proposta di legge stessa rispetto all’avvio di un concreto confronto rivolto a promuovere un approccio costruttivo alla riconversione verso una economia circolare.

Restano ora da affrontare i successivi passaggi ma teniamo in buon conto che il relatore on. De Menech si è speso nel sostanziare alcuni aspetti cruciali contenuti nella proposta di legge stessa, senza ulteriori interventi di segno diverso da parte di altri gruppi parlamentari.

Lavoreremo affinchè il percorso parlamentare della LEGGE RIFIUTI ZERO possa favorire anche una modifica dell’art. 35 del Decreto n. 133/2014 “Sblocca Italia”, poi tradotto in legge, e che possa influenzare positivamente il dibattito in corso al Senato della Repubblica sull’approvazione del “Collegato ambientale alla legge di stabilità 2014” e sul suo ulteriore peggioramento su cui esprimiamo serie preoccupazioni.

 

Roma 19 marzo 2015                                         Movimento LEGGE RIFIUTI ZERO
« Ultima modifica: 14:55:32 pm, 22 Marzo 2015 da negi »

Offline negi

  • Scrittore del Forum
  • *****
  • Post: 571
  • Sesso: Maschio

Legambiente Sicilia, WWF, Rifiuti Zero Sicilia, CGIL, CISL, UIL, Confindustria Sicilia
COMUNICATO STAMPA

RIFIUTI: ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE E RAPPRESENTANTI DI IMPRESE E LAVORATORI INCONTRANO L’ASSESSORE CONTRAFATTO “OCCORRE UN’AZIONE COLLETTIVA PER EVITARE UNA NUOVA EMERGENZA”

Mondo dei lavoratori, delle imprese e associazioni ambientaliste si uniscono per evitare che la Sicilia piombi nuovamente nell’emergenza rifiuti, scaricando sui cittadini i costi di una “disorganizzazione organizzata”, come la Commissione bicamerale d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti ha definito la gestione del settore nell’Isola. Una situazione grave che necessita di una presa di responsabilità collettiva. Per questo ragione e con l'obiettivo di fornire un contributo unitario per l'avvio di una profonda revisione del sistema, Legambiente Sicilia, Wwf, Rifiuti Zero Sicilia, Cgil, Cisl, Uil, Confindustria Sicilia hanno incontrato ieri mattina l’assessore regionale all’Energia, Vania Contrafatto, evi-denziando come organizzazioni che tutelano interessi diversi, hanno trovato una convergenza sulla strada da percorrere per allineare il sistema di “gestione integrata” dei rifiuti siciliana a quello delle altre regioni italiane.

Alla base del confronto, la necessità di organizzare l’intera filiera industriale dei rifiuti dando finalmente applicazione alle norme attualmente vigenti (LR 9/2010) e intervenendo per adottare lo strumento principe, ossia il Piano regionale di gestione dei rifiuti. Solo avendo chiari gli obiettivi e la strategia generale, infatti, sarà possibile programmare al meglio anche gli step intermedi, puntando a dare trasparenza e legalità all’intero settore e rispondendo ad un obiettivo di fondo: una gestione efficiente e sostenibile che garantisca al minor costo, il miglior servizio per i cittadini. Ciò vuol dire ribaltare l'approccio fin qui adottato da tutti gli ultimi governi che si è sempre fondato sullo smaltimento finale della parte residuale dei rifiuti occupandosi di discariche, inceneritori, gassificatori, ecc... Bisogna al contrario costruire un modello fondato sulla prevenzione, riuso e recupero di materia, come ci impongono le norme europee e nazionali. Obiettivo totalmente condiviso dall’assessore Contrafatto, che ha dato piena apertura alla collaborazione con associazioni e sindacati, impegnandosi a portare avanti in tempi stretti tutto ciò che occorre fare per garantire una vera riforma del settore.

È stato inoltre ribadito come, contestualmente al Piano rifiuti sia urgente redigere i piani degli ambiti, Srr (Società per la Regolamentazione del servizio di gestione Rifiuti), come strumenti conseguenti e attuativi. Solo in un contesto così pianificato e regolato si potranno correttamente innestare i piani di raccolta a livello locale. Viceversa, ci si continuerà a muovere in modo non univoco nella gestione affidata agli Aro (Ambito di raccolta ottimale) e a registrare comportamenti differenti da Comune a Comune, rendendo impossibile una “gestione integrata” efficiente e sostenibile tanto dal punto di vista ambientale quanto da quello economico. Proprio per evitare di produrre ulteriori ostacoli all'avvio di un sistema efficiente, è stato chiesto quindi all'assessore Contrafatto il blocco delle approvazione dei piani degli ARO e la revoca in autotutela di quelli già approvati in assenza di un quadro pianificatorio coerente.

 

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 

Facebook Comments

Link Consigliati:
Portale turistico per le vacanze a Siracusa e Provincia - vacanzesiracusa.com

Increase your website traffic with Attracta.com
Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il presente FORUM, non rappresenta una testata giornalistica in quanto sar� aggiornato senza alcuna periodicit�. Non pu� pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite, non sempre ma in massima parte, sono tratte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse.Il Gestore del FORUM, non � responsabile del contenuto dei commenti ai post, n� del contenuto dei siti "linkati"

WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!