Autore: SC Topic: Condannato il direttore responsabile di un Giornale Online per il Forum  (Letto 1062 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline SC

  • Administrator
  • Scrittore del Forum
  • *****
  • Post: 3.061
  • Sesso: Maschio
  • Ci si impegna e poi si vede
    • Google Profile
Si capisce perchè ci definiscono la repubblica delle banane, la legge viene intepretata in base al giudice.
e le nuove leggi sono scritte in modo da dare sempre qualche possibilità al potere.

è così è accaduto che a Firenze l'ex sindaco domenici sia riuscito a far condannare il direttore responsabile di un giornale online per i commenti  presenti nel forum annesso, perchè "non ha vigilato"

qui l'articolo su solo24ore
http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Norme%20e%20Tributi/2009/12/direttore-responsabile-forum-online.shtml?uuid=023618ec-f600-11de-99bb-54d13f7d06fe&DocRulesView=Libero

Citazione
Il direttore è responsabile anche per i forum online
di Giovanni Negri


Un sito internet va considerato prodotto editoriale a tutti gli effetti. Di conseguenza il direttore responsabile è chiamato a rispondere penalmente anche dei commenti apparsi su un forum online contenuto sul sito. A fornire questa interpretazione rigida del diritto del web è il tribunale di Firenze che, con la sentenza n. 982 del 2009, ha sanzionato per omesso controllo il direttore responsabile della parte giornalistica di un sito internet: il giornalista non avrebbe vigilato sul contenuto dei commenti formulati in diffamazione della reputazione dell'allora sindaco di Firenze Leonardo Domenici.

Per arrivare a questa conclusione, il giudice unico di Firenze osserva anche alle pubblicazioni online va estesa senza esitazioni la disciplina sulla stampa: l'ultima legge sull'editoria, infatti, la n. 62 del 2001,ha fornito una nuova definizione di prodotto editoriale, che estende anche alle pubblicazione via internet le regole sulla stampa. «Prodotto editoriale – sottolinea la sentenza – diventa anche la pubblicazione online che si avvale appunto del mezzo elettronico e può essere riprodotto facilmente su supporto informatico». Così, il sito internet, inteso come un insieme di hardware e software deve essere considerato soggetto alle leggi, anche penali, sulla stampa.

In questi termini – è il ragionamento del giudice unico – nel caso di diffamazione commessa con lo strumento del giornale telematico, non possono non essere richiamate le norme del codice penale in materia di stampa perché «l'azione di immissione in rete è idonea a ledere il bene giuridico dell'onore». Così, l'abuso del diritto di cronaca si può concretizzare anche attraverso la diffusione di messaggi via internet perché il mezzo di diffusione non altera l'essenza del fatto che deve essere valutato attraverso la disciplina ordinaria dell'esercizio del diritto di cronaca. Di conseguenza a rispondere del reato potrà essere sia l'autore dell'articolo o del messaggio diffuso attraverso la rete, sia il direttore della testata online.

La sentenza ricorda poi che il reato previsto dall'articolo 595 del Codice penale è un delitto di pericolo che si consuma nel momento in cui qualcuno, comunicando con più persone, pronuncia frasi e formula giudizi idonei a offendere la reputazione. Non è necessario pertanto che le espressioni pronunciate abbiano danneggiato l'immagine della persona offesa davanti a un pubblico concreto: è sufficiente che lo strumento usato e i giudizi formulati siano di per sé idonei a danneggiare l'immagine altrui sul piano morale, professionale, umano o commerciale.

Per la sentenza poi, i commenti presi in considerazione, si inserivano in una vera e propria campagna di stampa denigratoria indirizzata a mettere in evidenza gli interessi privati del sindaco in una vicenda di rilevanza pubblica. È in questo contesto che il giudice unico, nel motivare la sanzione pecuniaria, sottolinea la necessità per il direttore di controllare tutto quello che viene pubblicato sul sito, anche i messaggi inviati su un forum


qui la sentenza per chi è esperto di diritto
http://www.penale.it/page.asp?mode=1&IDPag=832

sarebbe interessante capire come questa cosa si integra con la sentenza della cassazione
che invece sembrava esonerare i direttori dalla responsabilità

http://www.aduc.it/generale/files/allegati/ForumSentenzaCassazione.pdf
Informa anche tu con Openjournalism
----------------------
Così scrivo secondo le mie idee personali

Così come Amministratore del Forum
Regolamento

 

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 

Facebook Comments

Link Consigliati:
Portale turistico per le vacanze a Siracusa e Provincia - vacanzesiracusa.com

Increase your website traffic with Attracta.com
Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il presente FORUM, non rappresenta una testata giornalistica in quanto sar� aggiornato senza alcuna periodicit�. Non pu� pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite, non sempre ma in massima parte, sono tratte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse.Il Gestore del FORUM, non � responsabile del contenuto dei commenti ai post, n� del contenuto dei siti "linkati"

WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!