Autore: pinoguzzardi Topic: La villa di Arcore, la casa di Montecarlo ed il delitto di Via Puccini n. 9.  (Letto 1941 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline pinoguzzardi

  • Scriba del Forum
  • ***
  • Post: 199
  • Sesso: Maschio
In un servizio di "Repubblica" di oggi, a firma di Gianluca Luzi, con riferimento alla polemica sulla casa di Montecarlo ( 60 metri quadri) per la quale è in questo momento " bombardato" Giancarlo Fini, in primo luogo dai giornali della " famiglia del capo" ( che non è, fino a a prova contraria, una " famiglia" mafiosa palermitana), l'intervistato Italo Bocchino  ha fatto per caso un paragone  molto malizioso " Sarebbe come se qualcuno chiedesse a Berlusconi di dimettersi da Presidente del Consiglio per come ha comprato per quattro soldi la sua villa di San Martino, ad Arcore dalla giovine ed ingenua erede del Marchese Casati, assistita dall'Avvocato Cesare Previti".     

Le due " storie" sono assimilabili seppure la seconda molto  molto più grave della prima, ammesso che la prima abbia i crismi della gravità ed illegalità, ma sarà compito della Magistratura stabilirlo.

In ogni caso siamo molto lontani, in entrambi i casi, dalla storia dell' acquisto della casa di un Ministro, ora dimessosi per l'occasione, il quale ha sostenuto che il pagamento per  l'acquisto della sua casa con vista sul Colosseo era stata effettuato a cura di  un benefattore del quale sconosceva l'identità, salvo poi a constatare che quel soggetto era un imprenditore al quale quel Ministro, direttamente o indirettamnete, aveva affidato lavori pubblici per milioni di euro. 

E quella storia dell'acquisto della Villa di Arcore ritengo opportuno raccontarla.

Corrado Augias ha scritto un pregevolissimo saggio sui " I segreti di Roma" ed un capitolo di questo è dedicato al " delitto di Via Puccini" di cui io provo a riassumene i contenuti e la trama:

" la donna riversa su una poltrona con lo sguardo ancora incredulo, il marchese sul pavimento accanto al fucile ed il ragazzo dietro un tavolino rovesciato".

A chi appartenevano quei tre cadaveri?

" La donna si chiamava Anna Fallarino, divenuta poi per matrimono marchesa Casati Stampa di Soncino: L'uomo accanto al fucile era proprio il marchese Camillo e quanto alla terza vittima si tratta di un giovane studente universitario, " picchiatore fascista" secondo alcuni .     
 


Tipico delitto motivato dalla gelosia del marchese, anziano calvo e magro nei confronti della moglie, giovane ed avvemente donna e poi chiaramente "l'altro", il bel giovane rampante.

Anna Fallarino, dal fisico " maggiorato", sposò il marchese nel primo dopoguerra in un periodo in cui Roma era il regno della " Dolce vita", di " Poveri ma belli" ma anche di " Tototarzan" e di " Porfirio Rubirosa".

" Laggiù a Capocabana la donna è regina, la donna è sovrana" o il più conosciuto " Amado mio" della "Gilda" di Rita Hayworth.

Rita Hayworth - Amado Mio


La vita dei due coniugi fu "felice" non fosse altro perchè il marchese assecondava i vizi erotici della marchesa: si andava assieme sul lungotevere a cercare i soldatini in libera uscita e la marchesa " consumava" ed il marchese "guardava" soddisfatto.

Fino a quando Anna Fallerini, oltre al sesso non trovò l'amore in quel ragazzo universitario.

Il marchese poteva accettare le "smanie" sessuali della moglie ma non già un " innamoramento".

E la cosa sfociò in quel duplice omicidio degli amanti e con il suicidio di Camillo.

Alla fine di una lunga disputa giudiziara vertente su chi fosse morto prima tra i due coniugi e dal quale " momento" dipendeva l'assegnazione dell'asse ereditario, il Tribunale di Roma  stabilì che unica erede era la figlia Annamaria, figlia di primo letto del marchese, nominando tutore della ragazzina il senatore Giorgio Bergamasco e protutore l'avvocato Cesare Previti .

Annamaria, in giovane età, scossa dagli avvenimenti lasciò l'Italia per il Brasile

La marchesina, divenuta maggiorenne si emancipa dal tutore ma l'ex proturore Previti resta il suo avvocato e consigliere.

Pressata da tasse arretrate quale parte passiva di quell'asse ereditario e dalle scadenze di pagameto della imposta di successione incarica l'Avvocato Previti di vendere la villa paterna di Arcore e l'annesso parco.

Nella primavera del 1974  l'avvocato Previti telefona a Brasilia ed annuncia alla marchesina di aver concluso un vero affare.

La villa, il parco, i preziosi quadri e l'arredamento l'ha venduto per la "strabiliante" cifra di 500 milioni di lire, da incassare a rate, ad un costruttore milanese.

Il cavaliere Silvio Berlusconi.

A " cavallo" il cavaliere.

Un vero affare per la marchesina se non fosse che la CARIPLO, solamente alcuni hanni dopo, ritenne quell'immobile quale garanzia sufficiente per un finanziamento di 7 miliardi e 300 milioni di lire.

Bel colpo quello di "silvio", assistito dal suo " compagno di merende" con frequentazioni continuate nel tempo e fino ad alcuni giorni fa, stante la notizia che vuole il "carosilvio" a cena a casa del detenuto  agli arresti domiciliari Cesare Previti.

Sul quotidiano "il Giornale" di oggi, con provocatorio  riferimento a Giancarlo Fini, svetta in prima pagina una locandina :

FINI COME SCAYOLA - Raccogliamo le firme per  mandarlo via.
                                  Sì alla legalità e VIA gli affaristi dalla politica


Ed io sono d'accordo, mandiamolo via l'affarista Silvio Berlusconi.


                                                                                                                        pinoguzzardi
     

       
« Ultima modifica: 22:38:05 pm, 10 Agosto 2010 da pinoguzzardi »

 

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 

Facebook Comments

Link Consigliati:
Portale turistico per le vacanze a Siracusa e Provincia - vacanzesiracusa.com

Increase your website traffic with Attracta.com
Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il presente FORUM, non rappresenta una testata giornalistica in quanto sar� aggiornato senza alcuna periodicit�. Non pu� pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite, non sempre ma in massima parte, sono tratte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse.Il Gestore del FORUM, non � responsabile del contenuto dei commenti ai post, n� del contenuto dei siti "linkati"

WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!