Autore: Visitatore Topic: Wifi pubblico, finalmente si (forse), ma all'italiana  (Letto 977 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

enrico tomasi

  • Visitatore
Wifi pubblico, finalmente si (forse), ma all'italiana
« il: 15:21:26 pm, 30 Ottobre 2010 »
  • Publish
  • Mentre in Italia si discute sui nuovi provvedimenti legislativi legati alla scadenza del decreto pisanu circa le reti wifi pubbliche in Italia, in Inghilterra succede questo:

    Citazione
    Verrebbe voglia di consigliare al ministro Roberto Maroni di farsi un viaggetto sulla metropolitana di Londra, dove da domani - nella stazione di Charing Cross - British Telecom avvia la sperimentazione per offrire collegamenti wireless ai sessantottomila pendolari che la frequentano ogni giorno. Wi-Fi gratuito per i clienti di BT, mentre per gli utenti di altri gestori ci sarà il roaming. Il test durerà sei mesi e riguarderà anche le altre stazioni sulle linee Northern e Bakerloo, oltre alle biglietterie e alla Centrali London station.  Il sindaco di Londra, Boris Johnson, si è impegnato a coprire con il Wi-Fi tutta la rete metropolitana (dunque anche sui convogli in movimento) in tempo utile per le Olimpiadi del 2012.
    Ma come, a Londra non ci sono i terroristi? Non è stata forse la metropolitana londinese l'obiettivo degli attentati del 2005? E pensare che il decreto Pisanu, che in Italia ingabbia il libero Wi-Fi, è stato introdotto proprio dopo gli attentati del 2005 a Madrid e a Londra!
    Ricorda oggi Beppe Severgnini sul Corriere della Sera che "la schedatura venne introdotta - e viene tuttora giustificata - come misura antiterrorismo. C'è un particolare: Paesi più esposti di noi hanno rinunciato, ben sapendo che i pericoli non vengono di lì. Negli ultimi cinque anni - da quando ho trovato nella zona Wi-Fi di Fiumicino il cartello "Servizio temporaneamente sospeso" - ho usato il servizio dall'aeroporto di Budapest, in una piazza di Beirut, davanti a un caffè di Tel Aviv, in una strada di Hanoi, dentro un ristorante di Nairobi, da un parco di Oslo, in uno stadio a Pechino e in diverse università americane. Tutti più incoscienti di noi? si è chiesto Massimo Sideri su Sette. No. Hanno capito invece che, con certe misure, si fermano gli studenti, gli imprenditori e gli innamorati. Non i malintenzionati".

    Abbiamo linee ADSL inadeguate...almeno il Wi-Fi....
    Tre giorni fa - aggiunge Severgnini - il ministro dell'Interno Roberto Maroni ha detto: "È mio intendimento portare la prossima settimana in Consiglio dei ministri una proposta che consenta di superare il decreto Pisanu, liberalizzando il Wi-Fi, ma garantendo le informazioni che consentono alla magistratura e alla polizia di proseguire le indagini".
    Prima di decidere, il ministro Maroni faccia un salto a Londra, vada nella stazione di Charing Cross e si connetta a internet con il servizio Wi-Fi. Scoprirà di non dover depositare alcuna fotocopia del suo documento d'identità e che il decreto Pisanu è anacronistico, antieuropeo.
    Dopo di che, si consulti con la sua collega britannica Theresa May e chieda consigli su come si fa a continuare a combattere il terrorismo senza imbavagliare il progresso (e il Wi-Fi pubblico).
    ringraziamo Pino Bruno per la collaborazione
    « Ultima modifica: 15:26:46 pm, 30 Ottobre 2010 da enrico tomasi »

     

    Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 

    Facebook Comments

    Link Consigliati:
    Portale turistico per le vacanze a Siracusa e Provincia - vacanzesiracusa.com

    Increase your website traffic with Attracta.com
    Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il presente FORUM, non rappresenta una testata giornalistica in quanto sar� aggiornato senza alcuna periodicit�. Non pu� pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite, non sempre ma in massima parte, sono tratte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse.Il Gestore del FORUM, non � responsabile del contenuto dei commenti ai post, n� del contenuto dei siti "linkati"

    WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!