Autore: Comitato Referendario Topic: SE L'ACQUA è PIù SALATA C'è POCO DA RIDERE...di Ficarra e Picone BATTI(il)QUORUM  (Letto 939 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Comitato Referendario

  • Agli Inizi
  • *
  • Post: 39
  • Sesso: Maschio
Se l’acqua è più salata
c’è poco da ridere

di SALVO FICARRA e VALENTINO PICONE

Se l'acqua è più salata c'è poco da ridere

Fate finta di essere seduti a teatro, in attesa di seguire un comico che sta per fare il suo monologo. Adesso il comico entra in scena tra gli applausi della gente, guadagna il centro del palco e comincia: “Signore e signori, buona sera. Come saprete già, vogliono privatizzare l’acqua. Però dicono che non privatizzano l’acqua, ma privatizzano la gestione dell’acqua (risate). Spiego meglio… Dicono che l’acqua rimane pubblica, solo che se la vuoi te la vendono i privati (risate). Dicono che in questo modo miglioreranno i servizi di fornitura (risate). Dicono che dietro la privatizzazione dell’acqua non ci sono interessi di nessuna lobby (risate). Dicono pure che le bollette non aumenteranno” (risate). Fine del monologo, applausi e sipario.

Adesso segnate con una X le battute che vi hanno fatto più ridere, tra quelle che vi abbiamo segnalato noi… Fatto? Bene. Se avete segnato con la X tutte le battute da noi indicate, vuol dire che la pensate esattamente come noi.

Il cabaret – come diceva un nostro carissimo amico – è quella cosa, ca i cristiani arririnu… ma ci fussi ri chianciri”. La verità, insomma, è che il nostro amatissimo Paese si è trasformato in un enorme palcoscenico, dove per far ridere basta raccontare la realtà così com’è, senza aggiungere altro. Non c’è bisogno di ricorrere a paradossi, forzature ed esasperazioni. Da noi è tutto molto più facile: apri un giornale e ti veni r’arririri… anche se in realtà ci fussi ri chianciri.

Per esempio: è stato dimostrato ampiamente che il nucleare è antieconomico e pericoloso? (Prova ne è che stanno chiudendo le centrali atomiche in tutta Europa). Non importa, da noi si propone di fare il nucleare (risate). Ancora: è stato dimostrato ampiamente che laddove l’acqua è stata privatizzata i servizi non sono migliorati e le bollette si sono triplicate? Non importa. Noi la privatizziamo lo stesso (risate). Ci fussi ri chianciri… ma arriremu.

Forse perché una parte, dentro ognuno di noi, vuol continuare a pensare che in fondo in fondo si tratta di battute, semplici battute paradossali come tante se ne sentono in giro. Oppure perché una parte di noi – forse quella più ingenua – crede ancora che la privatizzazione dell’acqua sia una bufala mediatica, fatta un po’ per gioco e un po’ per provocazione, come quella di Orson Welles che alla fine degli anni Trenta annunciò per radio l’arrivo dei marziani sulla Terra, gettando nel panico un’intera nazione. Una fissaria insomma, una minchiata col botto.

Ma purtroppo non è così, la privatizzazione dell’acqua è una cosa seria (risata). Una cosa talmente seria che dovrebbe gettare nel panico un’intera nazione, proprio come avvenne in America quando si pensò che stessero sbarcando gli alieni. E invece il nostro bel Paese, tronfio e arrogante, non si interroga minimamente su questi quesiti, ma si limita a dibattere in televisione intorno al plastico di questo o di quell’omicidio.

La domanda di partenza è sempre la stessa: perché non c’è la giusta indignazione da parte di tutti quanti noi? Forse perché hanno privatizzato anche le nostre idee, o forse, più semplicemente, perché abbiamo scambiato il tutto per un enorme spettacolo di cabaret dove niente è da prendere sul serio.

Votare contro la privatizzazione dell’acqua ai prossimi referendum potrebbe essere un modo come un altro per dare una prima sbirciatina fuori da questo teatrino. Ci dobbiamo rendere conto che l’acqua, così come l’aria, è un bene pubblico e inalienabile. Insomma, il 12 e il 13 giugno mettiamo da parte i plastici e le scaramucce politiche e andiamo a dire la nostra… giusto per non perderci in un bicchier d’acqua… privata (risate).

Questa rubrica è uscita sulla prima pagina di Repubblica Palermo il 29 maggio 2011

 

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 

Facebook Comments

Link Consigliati:
Portale turistico per le vacanze a Siracusa e Provincia - vacanzesiracusa.com

Increase your website traffic with Attracta.com
Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il presente FORUM, non rappresenta una testata giornalistica in quanto sar� aggiornato senza alcuna periodicit�. Non pu� pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite, non sempre ma in massima parte, sono tratte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse.Il Gestore del FORUM, non � responsabile del contenuto dei commenti ai post, n� del contenuto dei siti "linkati"

WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!