Autore: sebyali Topic: 1° topic: Medici divisi tra Ospedale e studio privato.  (Letto 1538 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline sebyali

  • Scriba del Forum
  • ***
  • Post: 138
  • Sesso: Maschio
I medici che si dividono tra ospedale e studio privato in un turbinio di impegni e soldi da far pagare ai malcapitati clienti, a decidere se portare gli ammalati in ospedale e strutture private.
Quando dicono in ospedale ci vogliono due mesi ma se lo fa privatamente in una settimana e tutto risolto. Cosa ne pensate e soprattutto come vorreste il sistema sanitario in Italia.
Aiutatemi,  aiutatevi  a capire meglio questo importante aspetto della vita.

Offline a.merenda

  • Global Moderator
  • Scrittore del Forum
  • *****
  • Post: 1.988
  • Sesso: Maschio
Re:1° topic: Medici divisi tra Ospedale e studio privato.
« Risposta #1 il: 14:47:11 pm, 29 Giugno 2011 »
  • Publish
  • semplice.

    Allo stesso modo del parlamentare che durante il suo mandato dovrebbe fare slo quello così il medico, se lavora in una struttura pubblica, deve fare solo quello (così il sindaco, così il componente del cda di questo quello o quell'altro istituto)

    questa è l'eterna questione sul conflitto d'interessi che "interessa" destra, centro, sinistra, sopra e sotto...

    Ergo, siccome non abbiamo il referendum per proporre le leggi bisognerebbe spulciare delle leggi per le quali l'abrogazione comporti il medesimo risultato (a parte auspicare l'introduzione dell'istituto referendario diretto come in Svizzera...e non solo..)



    da wikipedia:

    Da alcuni anni tanto la regione autonoma della Valle d'Aosta, quanto la provincia autonoma di Bolzano hanno introdotto nei loro statuti il referendum propositivo. Il primo caso di referendum propositivo votato in Italia è stato il 18 novembre 2007 in Valle d'Aosta, ma non ha raggiunto il quorum (45% degli aventi diritto al voto). Il 25 ottobre 2009 si sono svolte in Alto Adige le votazioni su cinque referendum propositivi di iniziativa popolare.


    E la Sicilia?


    Offline sebyali

    • Scriba del Forum
    • ***
    • Post: 138
    • Sesso: Maschio
    Re:1° topic: Medici divisi tra Ospedale e studio privato.
    « Risposta #2 il: 23:40:48 pm, 01 Luglio 2011 »
  • Publish
  • Allora bisogna sottostare nolente o volente a un sistema che non piace a nessuno.
    Quelli che dovrebbero legiferare (perché  delegati a farlo da noi) non lo fanno, ogni volta
    che al popolo non piace una legge bisognerebbe andare al  referendum. I medici ed avvocati che sono grazie al loro grande
    potere elettorale implicati  in politica occupano tra l'altro i posti dove si prendono le maggiori decisioni sia a livello locale che nazionale
    figurarsi se votano contro il loro stessi interessi.

    L'Italia è in effetti una repubblica fondata sul conflitto di interessi, il sistema fa acqua da tutte le parti e la sanità è quella che più di tutte ne soffre.
    Avendo tre figli so come vanno le cose ad esempio per far nascere i bambini ed è squallido  assoggettarsi al sistema che è ormai ben radicato,
    quasi normale. Forse con il voto ma ormai destra - sinistra non fanno più gli interessi della popolazione.

    A  me piacerebbe poter scegliere se andare da un medico in ospedale o farmi seguire da un medico andando nel suo studio
    con un servizio di pari livello anzi quello in ospedale dovrebbe essere migliore viste le strutture, purtroppo non è così, la cosa grave è che non c'è nessuna voglia di cambiare questa
    tendenza .   

    Offline libera

    • Agli Inizi
    • *
    • Post: 40
    • Sesso: Femmina
    Re:1° topic: Medici divisi tra Ospedale e studio privato.
    « Risposta #3 il: 17:22:15 pm, 08 Luglio 2011 »
  • Publish
  • 'A  me piacerebbe poter scegliere se andare da un medico in ospedale o farmi seguire da un medico andando nel suo studio
    con un servizio di pari livello anzi quello in ospedale dovrebbe essere migliore viste le strutture, purtroppo non è così, la cosa grave è che non c'è nessuna voglia di cambiare questa
    tendenza.'
       
    Piacerebbe anche a me......
    vi racconto cosa è accaduto a me durante lo scorso fine settimana  :'(

    Bimbo di 3 anni, febbre alta...altissima...il pediatra lo visita venerdì...infiammazione alla gola, mi prescrive la cura...torno a casa e la comincio....
    purtroppo nessun miglioramento...il bimbo non mangia, non dorme, non riesce più a stare in piedi, la febbre non scende mai sotto i 38° e tocca più volte i 40°...
    nel frattempo siamo arrivati al week-end ed il pediatra non è raggiungibile
    nonostante il mio istinto materno mi dice che non è niente di grave, che il problema è solo la gola, che non ci sono altre complicazioni e che semplicemente la cura forse è troppo leggera.....ho paura e così intorno alla mezzanotte di domenica decido di portare il bimbo al pronto soccorso.

    IL DELIRIO!!!
    Rimango quasi un’ora ad aspettare, fuori, con il piccolo in braccio, in piedi, non c’è un posto dove sedersi, uno spazio dove non arrivi il vento fatto dalle macchine e dalle ambulanze che arrivano, dove non si sentano le urla di persone che attendono una risposta dal pomeriggio.......
    lasciamo perdere

    finalmente mi fanno entrare, un medico si avvicina...mi chiede le generalità del bimbo e scompare per un’altra mezz’ora.....
    accanto a me...un signore con un principio di infarto, un ragazzo che sanguinava causa incidente, dei ragazzi intossicati non so da cosa,...uno dei quali rimetteva ogni 5 minuti.....

    esausta riesco a bloccare il medico mentre passava....
    finalmente decide di visitare il bimbo.....lo poggia in una barella......io lo blocco perché ha dimenticato di cambiare la carta.....quindi prendo il mio lenzuolino, lo poggio nel lettino e gli stendo il bimbo...
    la visita più strana alla quale abbia mai assistito...sono io che gli dico... controlli la gola, le spalle...
    e mentre gli spiego cosa era successo nelle ultime ore....lui annuisce...poi va a parlare con la pediatra reperibile PER TELEFONO
    risposta:
    ‘ boh, si, ha la gola infiammata, ma quello che c’era da fare lo ha già fatto lei, non possiamo fare nulla fino a domani mattina, quando arriva il pediatra,....
    Quindi ha due alternative:
    -   o lo porta a casa e ritorna domattina che il pediatra lo visita;
    -   oppure lo ricoveriamo (c’è un posto nel reparto infettivo) ma sappia che comunque non possiamo fare nulla fino a domattina;’!!!!!

    ora lasciando perdere il degrado, lo squallore, la mancanza di pulizia, riservatezza, cortesia....
    è normale che debba decidere io???
    Ok, sono la mamma....ma dovrebbe o no un medico consigliarmi quello che è più sicuro, più giusto??? Non deve essere il medico a dirmi ‘guardi è meglio tenerlo in osservazione’ piuttosto che dirmi che loro non possono più fare nulla e che ricoverandolo c’è il rischio che si becchi qualche altra cosa????????

    Ma dov’è la professionalità???
    Avrei voluto chiedergli ‘Ma lei chi è? Che lavoro fa? È un medico? Specializzato in cosa??’

    Io sono una commercialista e quando un cliente chiede dei chiarimenti penso sia mio dovere non solo esporre chiaramente la situazione, in base alle leggi, direttive, scadenze,...ma anche consigliare (senza alcun dubbio) il comportamento corretto....poi se il cliente vuol fare di testa sua...è un altro conto....e se ne assume le responsabilità.

    UN OSPEDALE SENZA UN PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO
    UN OSPEDALE SENZA UN PEDIATRA LA DOMENICA NOTTE

    Ma che servizio sanitario? Ma di che parliamo??
    qui mancano proprio le basi, non c’è nessuna possibilità di scelta.
    Se il medico dell’ospedale è abbastanza ‘amico’ o ‘amico di amici’ allora hai qualche speranza.....
    altrimenti.........ti tocca lo studio medico privato....dove la professionalità ha spazio, modo e motivazione per esprimersi !!!! :'(



    Saluti

    Offline sebyali

    • Scriba del Forum
    • ***
    • Post: 138
    • Sesso: Maschio
    Re:1° topic: Medici divisi tra Ospedale e studio privato.
    « Risposta #4 il: 12:36:31 pm, 10 Luglio 2011 »
  • Publish
  • Esperienze come quelle vissute da Libera le abbiamo nostro malgrado vissute tutti anche se in situazioni diverse.
    Che dire, certe volte il senso delle cose giustamente ci sfugge e ci si sente prigionieri da comportamenti che non hanno nulla di logico il pubblico spesso non funziona ed il privato approfitta di questi malfunzionamenti. il fatto grave è come detto che le stesse persone operano nel pubblico e nel privato nello stesso identico momento dove però interessi e guadagni sono diversi. Purtroppo non si vede via d'uscita  a questi problemi che non dovrebbero esistere negli anni delle super tecnologie, che non sempre si trovano nelle struttura pubbliche.

     

    Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 

    Facebook Comments

    Link Consigliati:
    Portale turistico per le vacanze a Siracusa e Provincia - vacanzesiracusa.com

    Increase your website traffic with Attracta.com
    Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il presente FORUM, non rappresenta una testata giornalistica in quanto sar� aggiornato senza alcuna periodicit�. Non pu� pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite, non sempre ma in massima parte, sono tratte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse.Il Gestore del FORUM, non � responsabile del contenuto dei commenti ai post, n� del contenuto dei siti "linkati"

    WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!