Sondaggio

I lavori alla provincia devono essere svolti dagli articolisti?

No, devono mangiare anche gli altri
No, se non sanno lavorare.
Non so

Autore: SC Topic: contrattisti esterni o articolisti alla provincia?  (Letto 1268 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline SC

  • Administrator
  • Scrittore del Forum
  • *****
  • Post: 3.061
  • Sesso: Maschio
  • Ci si impegna e poi si vede
    • Google Profile
contrattisti esterni o articolisti alla provincia?
« il: 20:48:09 pm, 25 Ottobre 2009 »
  • Publish
  • Sembra che si sia aperta una nuova diatriba in provincia tra il consigliere palazzolese Nigro e la giunta.
    Oggetto alcuni lavori che la giunta vuole assegnare a "mobilità esterne" ossia personale esterno.

    Sappiamo che a causa delle leggi passati tutti gli enti pubblici siciliani sono pieni di gente "articolisti", di cui spesso ci si lamenta ma che tuttavia vivono con una costante situazione di precarietà da diversi anni.

    La domanda di come sfruttarli è lecita, e quindi poniamo sto sondaggio alla luce di quello che dice nigro, anche se purtroppo mancano le posizioni della giunta speriamo che qualcuno nel forum le posti se le trova:

    Citazione
    Domenico Nigro
    Consigliere Provinciale
    La delibera di Giunta provinciale n. 288 del 13.10.2009 deve essere immediatamente bloccata e posta alla discussione del Consiglio Provinciale, atteso che viola, almeno in parte, non solo precise normative, e segnatamente la l.r. n. 25 del 29.12.2008 che all’art. 1, c.10, blocca ogni assunzione e mobilità, ma anche perché appare un atto di disprezzo nei confronti di tutto il personale contrattista , le cui istanze di stabilizzazione vengono ancora una volta mortificate e negate !

    Inoltre esautora i precisi atti d’indirizzo espressi più volte da numerosi consiglieri provinciali, i quali ritengono che la risoluzione del problema del personale precario passi anche attraverso un’oculata gestione delle assunzioni e delle mobilità esterne oltre che dalla programmazione di un sistema di turn-over tra personale di prossimo pensionamento - nel breve-medio termine - e contrattisti.

    In modo particolare, s’è esatta la lettura della delibera, appare assolutamente fuori luogo la volontà della Giunta di procedere a ben sette mobilità esterne - peraltro, si tratta di categorie non apicali ( personale da inquadrare ai livelli a e b ), anziché avvalersi del personale contrattista interno, presente, in tali categorie, in modo significativo, produttivo e redditizio per l’Ente provincia.

    Sul piano della gestione finanziaria la scelta della mobilità appare assolutamente irrazionale ed abnorme, certamente espressione di scarsa oculatezza amministrativa oltre che politica, specie in tempi di “ ferreo “ ( a fasi alterne ) rispetto del patto di stabilità, atteso che la Giunta preferisce farsi carico di sette nuovi stipendi – in contrasto anche con il blocco ex l.r. 25/08 –, con un costo che non ascende, oneri riflessi compresi, a meno €. 300.000,00 annui , piuttosto che procedere ad una spese ben più modica, attraverso l’integrazione oraria del personale contrattista, spalmando le somme sull’intero personale, senza favoritismi di sorta, rafforzando, in tal modo, in maniera capillare ogni settore .

    Altresì, appare anche inopportuna la scelta di procedere alle assunzioni obbligatorie solo attraverso il ricorso a personale esterno, senza prevedere una riserva – almeno del 50% - a favore del personale contrattista interno, tale ultima scelta consentirebbe, a sua volta, ulteriori risparmi per oltre €.300.000,00.

    E’ di solare evidenza che una politica mirata alla valorizzazione di tali risorse economiche a favore del personale contrattista potrebbe contribuire se non a risolvere il problema del precariato all’interno dell’Ente provincia certamente ad alleviare il gravoso carico !

    La delibera posta in essere dalla Giunta provinciale va,quindi, fortemente stigmatizzata perché è espressione di un indirizzo politico finalizzato a negare ogni soluzione al problema del precariato, peraltro, in un momento in cui i più noti sostenitori della flessibilità lavorativa ad ogni costo - il ministro Tremonti in primis - rivalutano il valore della stabilità lavorativa, come perno della stabilità sociale.

    Mi auguro che il Presidente della Provincia intervenga al più presto con saggezza sul punto e che finalmente dia seguito all’impegno, assunto lo scorso anno, di istituire apposita commissione di studio sul problema, capace di trovare soluzioni definitive in tempi accettabili.

    Il Consigliere Provinciale
    Domenico Nigro
    Informa anche tu con Openjournalism
    ----------------------
    Così scrivo secondo le mie idee personali

    Così come Amministratore del Forum
    Regolamento

     

    Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 

    Facebook Comments

    Link Consigliati:
    Portale turistico per le vacanze a Siracusa e Provincia - vacanzesiracusa.com

    Increase your website traffic with Attracta.com
    Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il presente FORUM, non rappresenta una testata giornalistica in quanto sar� aggiornato senza alcuna periodicit�. Non pu� pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite, non sempre ma in massima parte, sono tratte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse.Il Gestore del FORUM, non � responsabile del contenuto dei commenti ai post, n� del contenuto dei siti "linkati"

    WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!