Autore: SHADOW LIONHEART Topic: Software libero non solo per il comune di Buccheri ma per tutta la Sicilia  (Letto 11011 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline SHADOW LIONHEART

  • Agli Inizi
  • *
  • Post: 20
  • Sesso: Maschio
    • SHADOWLIONHEART.IT - Assistenza remota
Salve a tutti.
E' parecchio tempo che non postavo un messaggio, tuttavia mi ha spinto un certo malcontento nel vedere una piccola ma bella cittadina come quella di Buccheri in preda all'ignoranza e alla stupidità.
Mi spiego meglio, gli uffici della nostra pubblica amministrazione sono letteralmente intasati di virus e sono totalmente incapaci di gestire la situazione, infatti sui loro computer ci sono pure dati sensibili dei cittadini e quindi a causa del cattivo uso degli stessi impiegati i virus e gli spyware presenti trasmettono tali dati ai pirati informatici che hanno creato gli stessi virus. (una conferma qui: http://www.tecnoteca.it/rubriche/free/07)

Per la cronaca, usano ancora Windows XP che è un vecchio sistema operativo uscito nel 2001... e siamo nel 2011. Ma che vergogna!
Senza contare che XP è pieno di buchi fino all'inverosimile, aggiungendo inoltre che le pubbliche amministrazioni spendono un mucchio di soldi a spese dei contibuenti per un assistenza inesistente e per le licenze dei software proprietari a pagamento, basti vedere la totale incompetenza dei centri assistenza che si trovano in Sicilia che vanno lì solo per perdere tempo e lasciano i pc bloccati per giorni interi, paralizzando quindi ogni attività utile alla pubblica amministrazione del comune di Buccheri.
Più volte al comune ho lasciato il mio nominativo come esperto e consulente informatico dove opero in tutto l'ambito nazionale e internazionale tramite assistenza remota, eppure non hanno mai voluto chiamarmi, il motivo sicuramente sarà la loro insofferenza nel firmare un contratto di assistenza serio e professionale senza contare il tasto dolente di saldare le fatture; ma del resto chi sbaglia paga, no? In tutti i sensi.
Un documento utile all'argomento lo trovate qui in formato pdf: http://www.mondodigitale.net/Rivista/03_numero_tre/Sissa_p.54-62.pdf

Ora non voglio dare l'impressione di esprimere la mia gelosia in tal senso riguardo la concorrenza perchè io collaboro con altre aziende informatiche in ambito internazionale, quindi non m'importa di guadagnare ulteriori clienti a livello locale in quanto non ne ho bisogno, tuttavia è di legge che le pubbliche amministrazioni debbano usare il software libero al posto del software proprietario ed ecco un altra prova pratica: http://blog.ernestobelisario.eu/2010/02/17/open-source-nella-pubblica-amministrazione-un-approccio-pragmatico/

Per software Open Source (quindi il termine significa "sorgente aperto") s'intende quei programmi e sistemi operativi totalmente liberi da costi di licenza e che ognuno è libero di scaricare il codice sorgente del medesimo software e può modificarlo a piacimento, oppure collaborare al suo miglioramento come spesso accade tutti i giorni in questo ambito; prendete il caso di Mozilla Firefox ad esempio in quanto è il miglior browser in quanto veloce, sicuro e personalizzabile... ed è software Open Source, superando infatti la popolarità e l'uso di Internet Explorer totalmente insicuro e lento. (quindi software proprietario)
Un altro esempio è Microsoft Office ora giunto alla versione 2010 di cui la versione Professional arriva a costare 699 euro a licenza, mentre basta rimpiazzarlo con OpenOffice.org oppure con il nuovo LibreOffice che entrambi questi ultimi 2 sono Open Source... e non costano nemmeno 1 euro!
Senza contare che LibreOffice e OpenOffice.org sono ampiamente compatibili con i file di Word, Excel, PowerPoint, ecc. ma a costo zero!
Il problema dell'Italia in generale è che c'è veramente troppa disinformazione, volete un altro esempio?
Sapete che oltre a Windows (contando anche il Mac anch'esso software proprietario ma migliore di Windows) esistono altri sistemi operativi migliori?

E qui si parla dei sistemi operativi GNU/Linux, da troppo tempo considerato difficile da usare e incompatibile con troppi programmi... niente di più sbagliato, le cose sono cambiate e tali sistemi operativi sono facilissimi da usare e perfino più facili di Windows, oltre che più sicuro.
Infatti i sistemi Linux sono totalmente IMMUNI DA VIRUS... avete capito bene: IMMUNI DA VIRUS, quindi inattaccabili da virus e in questo rassomiglia molto al Mac, non per niente il kernel Unix (su cui si basa il Mac) e GNU/Linux sono per così dire dello stesso ramo familiare.
Oltre che essere immuni da virus il 90% di tali sistemi sono totalmente GRATUITI e si possono scaricare liberamente dai siti web di riferimento come nel caso del famoso sistema operativo Ubuntu (http://www.ubuntu-it.org) che ormai sta salendo alla ribalta specialmente sui netbook e anche su alcuni notebook della Hewlett Packard (HP) e Dell, infatti è possibile acquistare in rete dei pc già equpaggiati del medesimo sistema operativo.
Oppure come ribadito prima potete scaricarlo liberamente e installarlo sul vostro pc insieme a Windows e poter usare entrambi i sistemi operativi a piacimento e a seconda delle vostre esigenze, oppure potete usarlo come sistema operativo unico e installarlo è semplicissimo ed ecco qui le istruzioni grafiche e testuali: http://wiki.ubuntu-it.org/Installazione/Grafica

Come vedete gli esempi e le prove sono tantissimi, si tratta solo di informare la gente, le aziende e le pubbliche amministrazioni come è loro diritto di sapere e risparmiare ma senza trascurare la sicurezza.
Anche alcuni comuni hanno adottato questo sistema come nel caso della provincia autonoma di Bolzano che da alcuni anni usano unicamente software libero a casa, a scuola e nelle amministrazioni della provincia.
Nella pagina del mio sito aziendale trovate sia il filmato che parla di questo caso ma anche della storia di Ubuntu e del software Open Source: http://www.shadowlionheart.it/linux.html

Terminando questo post mi auguro che quanto ho scritto possa in qualche modo far riflettere tutti quanti su quanto sta accadendo intorno a noi visto che l'informatica non è un optional ma fa muovere il mondo intero delle telecomunicazioni e delle tecnologie, senza esso il mondo si fermerebbe e si ritornerebbe all'età della pietra; quindi anche nei nostri comuni siciliani potremo dare il buon esempio anche a confronto delle altre regioni come quelle del nord che si considerano sempre migliori del sud, mentre si sbagliano di grosso.
Un saluto a tutti.
« Ultima modifica: 02:45:48 am, 24 Aprile 2011 da SHADOW LIONHEART »

Offline SC

  • Administrator
  • Scrittore del Forum
  • *****
  • Post: 3.061
  • Sesso: Maschio
  • Ci si impegna e poi si vede
    • Google Profile
Collega mi sembra che scrivi sul forum solo per la tua pubblicità, dovresti valutare l'opportunità di pagare un banner, o interventi di carattere più informativo meno autoreferenziali

ad ogni modo le difficoltà che si incontrano nel mercato informatico derivano dall'ignoranza del mezzo e dalla scarsa professionalità nell'utilizzo da parte dei clienti.

per cui preferiscono talvolta tenersi il problema lavorando male o rivolgersi all'amico sapientone pur  di non uscire i soldi necessari a una consulenza professionale dignitosa.

se gli utenti/clienti conteggiassero il tempo (anche in termini monetari) che perdono senza il problema risolto si accorgerebbero che  vale la pena pagare un professionista come te o me per risolvere

purtroppo qui in tutti settori in particolare nelle pubbliche amministrazioni se si sta un giorno o 3 giornio una settimana o un mese con una cosa che non funziona non importa siamo in "decrescita felice"

avevo visto da qualche parte il tuo tariffario hai prezzi giusti per un professionista ma vuoi mettere l'amico "achero" che per togliere un virus riesce a metter dieci tool di soluzione automatica 2 o 3 antivirus e si fa pagare 10 euro max? il virus lo toglie l'achero sicuramente  e magari anche un po di stabilità di sistema ma chi se ne frega  se il pc serve per vedere porno su internet,chattare con facebook , guardare qualche foto e stampare una volta l'anno un volantino

e se ti posso consigliare non insistere così su linux, il problema di linux non sono i virus ma i maledetti driver che o non ci sono o non funzionano se ad un utente dici ogni volta che compra una stampante da 50 euro deve chiamarti e spenderne altrettanto per pagare te  che la configura  stai sicuro che preferisce windows, è la regola del TCO


Informa anche tu con Openjournalism
----------------------
Così scrivo secondo le mie idee personali

Così come Amministratore del Forum
Regolamento

Offline SHADOW LIONHEART

  • Agli Inizi
  • *
  • Post: 20
  • Sesso: Maschio
    • SHADOWLIONHEART.IT - Assistenza remota
Intanto ti ringazio per la tua cortese risposta anche se sapevo benissimo di non aver accolto molti consensi in merito perchè c'è sempre di mezzo la mentalità locale.
Tuttavia comincio a rispondere ad alcune cose che hai riportato. Hai scritto:

Citazione
Collega mi sembra che scrivi sul forum solo per la tua pubblicità, dovresti valutare l'opportunità di pagare un banner, o interventi di carattere più informativo meno autoreferenziali


Se volevo farmi pubblicità, credimi, facevo ben altro. Il mio interesse di farmi pubblicità è molto relativo e si tratta solamente di ragionare insieme e sopratutto di informare la gente di determinati mezzi disponibili a differenza di quelli cosiddetti "tradizionali".
Il fatto di trovare un pc in commercio con precaricato Windows con relativa licenza è a causa degli accordi abusivi tra Microsoft e le società produttrici di computer, infatti sapevi che il prezzo finale di un pc è determinato da quasi 200 euro di licenza? In altre parole, se un pc costa 599 euro in offerta sappi che il valore di un pc si aggira tra le 400 e le 450 euro circa togliendo appunto la licenza Microsoft.
Anche la licenza di Windows al momento dell'installazione stabilisce che l'utente finale può accettare o non accettare tale contratto e se tale utente decide di non accettare può procedere alla restituzione della medesima licenza e procedere così al rimborso, anche se per anni questa norma contrattuale non è sempre stata rispettata e la gente non può nemmeno esserne a conoscenza per via dell'enorme disinformazione che c'è in Italia, del resto se hai visto i filmati che ho indicato avresti avuto delle prove evidenti, per tacere che sul web esistono milioni di prove e le comunità del software libero possono testimoniarlo.
Per pagare un banner non ci sono mica problemi ma allo stesso tempo l'importante è che si abbia la certezza di ottenere dei buoni risultati pubblicitari in base alle visite, altrimenti non serve a niente. Tuttavia non sono mica un morto di fame che cerca di farsi pubblicità così su due piedi, a parte il fatto che come ho scritto prima non ne ho bisogno visto che opero in ambito internazionale in aziende e industrie, quindi più di tanto non me ne importa di avere a che fare coi pesci piccoli come i privati o qualche amminstrazione locale con evidenti impedimenti culturali ed economici.

Hai scritto anche:

Citazione
avevo visto da qualche parte il tuo tariffario hai prezzi giusti per un professionista ma vuoi mettere l'amico "achero" che per togliere un virus riesce a metter dieci tool di soluzione automatica 2 o 3 antivirus e si fa pagare 10 euro max? il virus lo toglie l'achero sicuramente  e magari anche un po di stabilità di sistema ma chi se ne frega  se il pc serve per vedere porno su internet,chattare con facebook , guardare qualche foto e stampare una volta l'anno un volantino


Lo credo bene che i miei prezzi sono giusti, anzi, rimango al minimo nazionale per poter avere prezzi abbordabili per tutti e dato che al momento godo di alcuni regimi fiscali agevolati posso permettermi di tenere queste tariffe e per di più esenti da IVA grazie alle seguenti normative:
Dal 1° gennaio 2008, pertanto, sono in vigore i seguenti regimi contabili semplificati e agevolati:
- contribuenti minimi (articolo 1, commi 96-117, legge 24 dicembre 2007, n. 244);
- nuove iniziative produttive (articolo 13 della legge 23 dicembre 2000, n. 388).

Basti pensare che molti dei miei colleghi si fanno pagare dalle 35 euro alle 50 euro (IVA inclusa) solo per la tariffa oraria mentre il diritto di chiamata (la cosidetta "uscita" del tecnico) si aggira dalle 50 euro alle 125 euro IVA inclusa. Dal momento infatti che non potrò più godere di tali regimi fiscali agevolati dovrò pure io maggiorare la tariffa per far fronte alle spese fiscali imposte dalla legge italiana.

Hai ragione comunque nel dire che le pubbliche amministrazioni cercano sempre la tamponatura grazie a qualche fesso che si faccia sfruttare, cosa vergognosa e ben poco dignitosa per qualunque essere umano. Ma del resto mai e poi mai risolveranno veramente il problema perchè non esiste il tizio "achero" (usando il tuo termine) e avranno sempre problemi e chi va al comune per un semplice documento s'imbatterà sempre in qualche impiegato che dice che al momento non è possibile per "problemi tecnici".
Cosa ben poco professionale e tipica di gente ignorante che viene assunta nelle pubbliche amministrazioni e che sanno a malapena quando sono nati, di recente mia moglie è andata in comune per cambiare la residenza e per delle boiate si perdono in un bicchiere d'acqua dando per matti pure i cittadini stessi.

E la cosa che non mi è piaciuta del tuo commento è questa:

Citazione
e se ti posso consigliare non insistere così su linux, il problema di linux non sono i virus ma i maledetti driver che o non ci sono o non funzionano se ad un utente dici ogni volta che compra una stampante da 50 euro deve chiamarti e spenderne altrettanto per pagare te  che la configura  stai sicuro che preferisce windows, è la regola del TCO


Ma stai scherzando? Un vero esperto informatico non avrebbe mai scritto così e non lascia mai perdere Linux perchè è diventato il fulcro dell'informatica stessa, guarda i primo 10 super-computer al mondo: http://www.ossblog.it/post/7644/i-primi-10-supercomputer-utilizzano-linux
Se ci fossero problemi coi driver come dici tu secondo te potrebbero funzionare? Tale kernel sarebbe stato abbandonato da anni quando invece sono 20 anni che il kernel Linux esiste e continua a ricevere consensi dai colossi dell'informatica come Google, HP, IBM, Novell, Dell e molte altre.
Senza contare che come ho accennato nel post precedente esistono diversi sistemi operativi basati su Linux come nel caso di Ubuntu ma anche Linux Mint (con un interfaccia più simile a Windows) senza tralasciare un sistema professionale come openSUSE (creato dalla Novell) che hanno un grande supporto anche in termini di driver, infatti se non lo sai la stragrande maggioranza dei driver delle periferiche si installano da soli per conto loro e l'unica cosa che richiede un intervento diretto è solo quella di inserire la password di amministrazione per installare i driver video.
Senza contare che i produttori di stampanti (come nel caso di Epson e HP) rilasciano sul loro sito anche i driver per i sistemi basati su Linux, basta che vai a vedere per verificare.
Ricorda che nel mondo non esiste solo Windows, di cui molti centri di assistenza e altri cosiddetti tecnici hanno abusato installando sui medesimi pc dei clienti delle copie illegali o con licenza non regolare; e si trascura così il fatto di essere in regola con la legge e non si rispettano i diritti di copyright nonchè le norme che impongono il rispetto della licenza corrispondendo il dovuto.
Mentre con l'Open Source questi problemi vengono abbattuti e la sicurezza è ai massimi livelli, liberando così la gente dal monopolio creato da Microsoft, monopolio che ormai sta perdendo forza negli ultimi anni.
Ti consiglio di scaricarti ad esempio Ubuntu (www.ubuntu-it.org) oppure Linux Mint (www.linuxmint-italia.org) che è più simile a Windows come interfaccia e quindi meno d'impatto per chi non conosce ancora il sistema operativo in questione.
Infatti specialmente Ubuntu e Linux Mint si possono installare dentro Windows come qualunque programma e all'avvio del pc si può scegliere con quale sistema operativo avviare il computer, così facendo ci si può abituare al sistema operativo senza abbandonare Windows.
Come vedi le problematiche da te elencate non esistono, senza contare che per qualunque eventualità ti puoi pure rivolgere alle comunità visto che sono presenti i forum di supporto.

Al mondo esistono numerosi sistemi operativi come appunto menzionati prima il kernel Unix (come nel caso del Mac), Linux, QNX (il sistema operativo della NASA e per la robotica industriale), FreeBSD e che modestamente ho una certa esperienza in tutti questi ambiti e quindi non solo su Windows di cui eseguo la sicurezza informatica permettendo di essere immunizzati quasi al 99,9%, e dico "quasi" perché Windows non sarà mai veramente sicuro a causa del loro software che è proprietario.
Senza contare che per rendere veramente sicuro Windows non ci vogliono tutti quei tools che hai accennato, ne bastano solo 3 e con configurazioni ben specifiche.
Comunque ho aperto questo post non certamente a scopo pubblicitario ma per informare le persone e per aprire gli occhi in merito e permettendo quindi a tutti di valutare meglio la situazione.
Più che altro ho aperto questo post solo per motivi di frustrazione riguardo l'ignoranza e l'incompetenza ma l'importante è che siamo noi singoli a distringuerci dalla massa. Tutto qui.

Offline SHADOW LIONHEART

  • Agli Inizi
  • *
  • Post: 20
  • Sesso: Maschio
    • SHADOWLIONHEART.IT - Assistenza remota
Ah, dimenticavo... è iniziato il conto alla rovescia per i possessori del famigerato Windows Xp e vediamo il putiferio che succederà tra coloro che si sono fossilizzati per anni con un sistema pieno di buchi: http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=14684&numero=999

Offline SC

  • Administrator
  • Scrittore del Forum
  • *****
  • Post: 3.061
  • Sesso: Maschio
  • Ci si impegna e poi si vede
    • Google Profile
Tuttavia non sono mica un morto di fame che cerca di farsi pubblicità così su due piedi, a parte il fatto che come ho scritto prima non ne ho bisogno visto che opero in ambito internazionale in aziende e industrie, quindi più di tanto non me ne importa di avere a che fare coi pesci piccoli come i privati o qualche amminstrazione locale con evidenti impedimenti culturali ed economici.

queste parole le hai dette tu non io:
Salve a tutti.
E' parecchio tempo che non postavo un messaggio, tuttavia mi ha spinto un certo malcontento nel vedere una piccola ma bella cittadina come quella di Buccheri in preda all'ignoranza e alla stupidità.
...
Più volte al comune ho lasciato il mio nominativo come esperto e consulente informatico dove opero in tutto l'ambito nazionale e internazionale tramite assistenza remota, eppure non hanno mai voluto chiamarmi, il motivo sicuramente sarà la loro insofferenza nel firmare un contratto di assistenza serio e professionale senza contare il tasto dolente di saldare le fatture; ma del resto chi sbaglia paga, no? In tutti i sensi.

non sembrano davvero parole di chi non se ne importa

Ma stai scherzando? Un vero esperto informatico non avrebbe mai scritto così e non lascia mai perdere Linux perchè è diventato il fulcro dell'informatica stessa, guarda i primo 10 super-computer al mondo: http://www.ossblog.it/post/7644/i-primi-10-supercomputer-utilizzano-linux


io non scherzo mai quando parlo di informatica e non mi sono permesso di mettere in dubbio le tue qualità tecniche, sarebbe gradita la stessa cortesia.

un vero esperto di informatica fa un analisi rigorosa  dei costi benefici in maniera laica non consiglia linux perchè è + fico,  un supercomputer non è un sistema dove far girare word o openoffice e sicuramente non è un ambiente che necessita di una stampante di 50 euro.
l'esempio che fai è dunque poco pertinente.
il compito di un consulente di informatica è consigliare le soluzioni che permettono maggiore produttività e velocità nell'ambiente oggetto, considerando l'economicità di tutti i fattori.
io so per esperienza che spesso le stampanti economiche su linux non vengono riconosciute, non sempre sono dotate di driver linux nei cd , cercare i driver e la procedura di configurazione nei forum comporta un certo tempo, mettiamo due ore ma anche un ora , se prendi 35 euro e la stampante ne costa 50  ti sembra congruo? ti sembra professionale? certo per amore di linux puoi anche scegliere di non prenderti nulla ma io preferisco impiegare quelle due ore in altro modo.

se proponi ad un azienda/amministrazioni pieni di impiegati che a stento hanno imparato ad usare windows e word e pure male e gli proponi un transito a linux senza che prevedi i costi di formazione alla nuova piattaforma è una proposta professionalmente valida?
se poi il personale non si adatta di chi è la colpa se non di chi ha consigliato male?

se devo valutare una soluzione server linux è spesso la soluzione migliore perchè trasparente agli utonti, perchè per un server comunque devo perdere molto tempo per una configurazione ottimale, configurare un backup automatico con cron e a script bash, impostare una regola di load balancing e fault tolerance a doppia wan, trovare il tempo per farlo funzionare come print server, di certo in questo caso parlaiamo di soluzioni vantaggiose  rispetto ad un sistema server microsoft ma non stiamo parlando di un pc client di uso comune.


l'informatica è informazione automatica serve a velocizzare procedure   se un processo rallenta  la procedura invece di velocizzarla allora c'è qualcosa di sbagliato nell'analisi.
da vero esperto di informatica dunque sono certo che ti attieni al consiglio tecnico + valido secondo le esigenze del cliente non in base una preferenza pura e semplice di linux


Se ci fossero problemi coi driver come dici tu secondo te potrebbero funzionare? Tale kernel sarebbe stato abbandonato da anni quando invece sono 20 anni che il kernel Linux esiste e continua a ricevere consensi dai colossi dell'informatica come Google, HP, IBM, Novell, Dell e molte altre.


i consensi sono determinati in base l'ambito di utilizzo, negli ambienti dove ha consenso non c'è l'utente che compra la prima periferiche che vede all'auchan e pretende di farla funzionare a colpo

Senza contare che come ho accennato nel post precedente esistono diversi sistemi operativi basati su Linux come nel caso di Ubuntu ma anche Linux Mint (con un interfaccia più simile a Windows) senza tralasciare un sistema professionale come openSUSE (creato dalla Novell) che hanno un grande supporto anche in termini di driver, infatti se non lo sai la stragrande maggioranza dei driver delle periferiche si installano da soli per conto loro e l'unica cosa che richiede un intervento diretto è solo quella di inserire la password di amministrazione per installare i driver video.


davvero e quando il driver che rilasciano è un modulo binario compilato per kernel 2.4 privo di sorgenti  e l'installazione forzata ti manda in kernel panic il sistema che fai?
quando trovi solo il pacchetto rpm di opensuse o di fedora  ma tu usi un sistema ubuntu hai la certezza matematica che basterà un colpo di alien per ottenere un deb funzionante nella tua distrubuzione?
quando i filtri per cups non pemettono di attivare un determinata funzione  di stampa presente?chessò il ìfronter etro o la compensazione colore?
quando sane non riconosce lo  scanner multifunzione appena uscito?

Senza contare che i produttori di stampanti (come nel caso di Epson e HP) rilasciano sul loro sito anche i driver per i sistemi basati su Linux, basta che vai a vedere per verificare.
Ricorda che nel mondo non esiste solo Windows, di cui molti centri di assistenza e altri cosiddetti tecnici hanno abusato installando sui medesimi pc dei clienti delle copie illegali o con licenza non regolare; e si trascura così il fatto di essere in regola con la legge e non si rispettano i diritti di copyright nonchè le norme che impongono il rispetto della licenza corrispondendo il dovuto.


senza dubbio sono d'accordo, ma sta di fatto che l'utente vuole potersi installare l'ultimo modello di modem usb made in china costo 20 euro mettendo un semplice cd facendo quattro clic


Come vedi le problematiche da te elencate non esistono, senza contare che per qualunque eventualità ti puoi pure rivolgere alle comunità visto che sono presenti i forum di supporto.


senti se stai dicendo dicendo sta cosa come tecnico stai facendo una forzatura enorme della situazione, è un affermazione da venditore pubblicitario non da informatico


Al mondo esistono numerosi sistemi operativi come appunto menzionati prima il kernel Unix (come nel caso del Mac), Linux, QNX (il sistema operativo della NASA e per la robotica industriale), FreeBSD e che modestamente ho una certa esperienza in tutti questi ambiti e quindi non solo su Windows di cui eseguo la sicurezza informatica permettendo di essere immunizzati quasi al 99,9%, e dico "quasi" perché Windows non sarà mai veramente sicuro a causa del loro software che è proprietario.


sai che in origine troian horse (cavalli di troia) e i worm sono stati sviluppati su sistemi unix? ti assumi la responsabilità di dire che non potrà  + accadere un caso tipo il verme di morris ?

mi dai la certezza che non si diffonderà su linux un penpal virus?

Senza contare che per rendere veramente sicuro Windows non ci vogliono tutti quei tools che hai accennato, ne bastano solo 3 e con configurazioni ben specifiche.


se rileggi bene  vedrai che io parlavo ironicamente di altri, è chiaro che per un professionista per pulire un sistema basta regedit , cmd e il taskmgr per sbrigarsi quando non si può usare tasklist da cmd

BUONA PASQUA

P.S.: il count down è relativo solo al supporto di xp da parte di microsoft  , non smetterà di funzionare il sistema a chi ha installato xp infatti le parch di sicurezza continueranno fino al 2014 non diciamo cose che possono confondere le persone
« Ultima modifica: 19:56:53 pm, 24 Aprile 2011 da SC »
Informa anche tu con Openjournalism
----------------------
Così scrivo secondo le mie idee personali

Così come Amministratore del Forum
Regolamento

Offline SHADOW LIONHEART

  • Agli Inizi
  • *
  • Post: 20
  • Sesso: Maschio
    • SHADOWLIONHEART.IT - Assistenza remota
Citazione
P.S.: il count down è relativo solo al supporto di xp da parte di microsoft  , non smetterà di funzionare il sistema a chi ha installato xp infatti le parch di sicurezza continueranno fino al 2014 non diciamo cose che possono confondere le persone

E' chiaro che si tratta di supporto e non di funzionalità, per chi mi hai preso?
Comunque vedo che è inutile parlarne visto che parli pure di un kernel vecchio nel caso di Linux (hai citato la 2.4) quando siamo alla versione stabile 2.6.38.4.
Le affermazioni che hai detto prima comunque non sono verificate con la maggioranza della gente a cui ho installato Ubuntu o Linux Mint, si tratta solo di un impatto culturale diverso dal solito, un altro modo di concepire il pc e l'informatica di per sè.
Comunque meglio chiudere visto che è evidente che ci sono cose di cui non ne sei ancora al corrente, del resto non sono venuto in questo forum per fomentare discordie ma del resto questo non conferma nient'altro riguardo la mentalità.

Offline SC

  • Administrator
  • Scrittore del Forum
  • *****
  • Post: 3.061
  • Sesso: Maschio
  • Ci si impegna e poi si vede
    • Google Profile
E' chiaro che si tratta di supporto e non di funzionalità, per chi mi hai preso?


solo per quello che ha detto queste parole che a me sembrano equivoche
Ah, dimenticavo... è iniziato il conto alla rovescia per i possessori del famigerato Windows Xp e vediamo il putiferio che succederà tra coloro che si sono fossilizzati per anni con un sistema pieno di buchi: http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=14684&numero=999


sono contento che hai precisato  la parola putiferio mi aveva indotto a pensare che volessi creare allarmismo visto che gli utenti che usano windows pirata non hanno comunque diritto al supporto e quindi non cambia niente per la maggior parte delle persone di cui hai esaustivamente parlato prima, comunque mi scuso per aver pensato male

Comunque vedo che è inutile parlarne visto che parli pure di un kernel vecchio nel caso di Linux (hai citato la 2.4) quando siamo alla versione stabile 2.6.38.4.


allora tu da  questa  mia affermazione :

Citazione
davvero e quando il driver che rilasciano è un modulo binario compilato per kernel 2.4 privo di sorgenti  e l'installazione forzata ti manda in kernel panic il sistema che fai?


deduci che io non conosco il kernel 2.6 hai un modo di analizzare veramente strano

forzare il caricarmento di un modulo  della stessa major  versione kernel raramente porta al kernel panic al massimo provoca un un warning sui simboli
era chiaro mi riferivo al caricamento di un modulo 2.4 in un kernel 2.6 strano che tu non l'abbia capito
non hai mai visto un kernel panic di linux?

Le affermazioni che hai detto prima comunque non sono verificate con la maggioranza della gente a cui ho installato Ubuntu o Linux Mint, si tratta solo di un impatto culturale diverso dal solito, un altro modo di concepire il pc e l'informatica di per sè.


beh si vede che il tuo campione di utilizzatori è estremamente basso, ho usato linux (slackware 3.0) dal 1996 , ho creato il modulo di ricerca  del programma opensource LICQ quando era difusissimo, sono stato beta tester dei driver winmoden  hsf connexant
e ho avuto modo di testare linux su molti utenti e molti tipi di computer penso che qualcosa la posso dire in proposito

su cosa pensi giri questo forum se non su una debian, ma è un server non un client

comunque se gli utenti a cui installato linux sono soddisfatti e lo tengono senza problemi buon per loro e per te, non posso che essere felice di questo

io lo consiglio solo come sistema degli smartphone nell'incarnazione android
e nei server

per i client lo consiglio alla presenza di specifiche necessità e capacità di adattamento dell'intelocutore

Comunque meglio chiudere visto che è evidente che ci sono cose di cui non ne sei ancora al corrente, del resto non sono venuto in questo forum per fomentare discordie ma del resto questo non conferma nient'altro riguardo la mentalità.


senti tutta questa evidenza non l'ho vista mi sembra invece che sei stato alquanto superficiale  nella valutazione dei quesiti che ti ho posto in maniera peraltro banale e anzi non hai risposto

e per quanto riguarda questo forum nasce esattamente dall'idea di informazione aperta che parte dalla mia esperienza del mondo opensource e come certamente saprai linux è nato appunto da una discordia fra linus e andy tanembaum su usenet ricordi?


P.S. per bloccare i topic devi rispettare le regole
http://www.paraparlando.com/Regolamento/Regole_nelluso_dei_blocchi_e_della_possibilita_di_modifica_dei_post_e_topic._52.msg103.html#msg103
non puoi fare un critica esplicita e poi approfittare di una possibilità tecnica di cui non bisogna abusare

« Ultima modifica: 20:59:07 pm, 24 Aprile 2011 da SC »
Informa anche tu con Openjournalism
----------------------
Così scrivo secondo le mie idee personali

Così come Amministratore del Forum
Regolamento

enrico tomasi

  • Visitatore
Citazione
Senza contare che i produttori di stampanti (come nel caso di Epson e HP) rilasciano sul loro sito anche i driver per i sistemi basati su Linux, basta che vai a vedere per verificare.


Sarà, ma se non avessi installato le mie stampanti epson su piattaforma Microsoft Windows (o Mac), non potrei lavorare con il rip di stampa che attualmente ho in uso.
L'elaboratore raster dell'immagine é essenziale su stampanti professionali quando si vuole lavorare in modo produttivo, non bastano driver e software delle case madri vedi epson o hp:

http://www.devstudio.it/devstudio/software.php


Per non parlare poi della gestione colore, e mi riferisco ai profili icc e ai relativi hardware che li generano. Le migliori ditte che si occupano della creazione di profili colore generici, non producono driver Linux:

http://www.xrite.com/search_results.aspx?SearchText=Driver%20Linux


« Ultima modifica: 22:41:04 pm, 27 Aprile 2011 da enrico tomasi »

Offline SHADOW LIONHEART

  • Agli Inizi
  • *
  • Post: 20
  • Sesso: Maschio
    • SHADOWLIONHEART.IT - Assistenza remota
Citazione
Senza contare che i produttori di stampanti (come nel caso di Epson e HP) rilasciano sul loro sito anche i driver per i sistemi basati su Linux, basta che vai a vedere per verificare.


Sarà, ma se non avessi installato le mie stampanti epson su piattaforma Microsoft Windows (o Mac), non potrei lavorare con il rip di stampa che attualmente ho in uso.
L'elaboratore raster dell'immagine é essenziale su stampanti professionali quando si vuole lavorare in modo produttivo, non bastano driver e software delle case madri vedi epson o hp:

http://www.devstudio.it/devstudio/software.php


Per non parlare poi della gestione colore, e mi riferisco ai profili icc e ai relativi hardware che li generano. Le migliori macchine che si occupano della creazione di profili colore generici non producono driver Linux:

http://www.xrite.com/search_results.aspx?SearchText=Driver%20Linux


E infatti hai ragione. Per l'ambito grafico professionale ancora non ci siamo e su questo nulla da dire.
Il post indicava l'ambito privato e per le pubbliche amministrazioni.
Tanto per dirtene una per chi lavora con la grafica, fotoritocco e stampa quando si lavora con Photoshop , Xpress e Corel Draw si raccomanda di più il Mac piuttosto che Windows; io per primo che lavoro su Mac e Windows proprio per questo motivo non posso farne a meno.
Linux lo uso in ambito server e per l'ambito desktop alla programmazione.
« Ultima modifica: 22:02:38 pm, 24 Aprile 2011 da SHADOW LIONHEART »

Offline salvatore pepe

  • Global Moderator
  • Grande Scriba
  • *****
  • Post: 362
  • Sesso: Maschio
    • La Cava Fiorita
Molto bello leggervi e cercare di capire.
Ma aldilà del fatto che forse è più conveniente usare xp al posto di linux , personalmente non ho capito niente.
Potreste per la stragande maggioranza di utenti che ignorano quello che vi dite ,  discutere i termini UMANI ?

Lelio

  • Visitatore
Volevo introdurmi in questa discussione (solo da appassionato, dato che faccio altro) per dire due cose: ci sono tante stampanti da 50 euro che funzionano perfettamente con linux, e sono sempre di più quelle che vengono fornite con i driver per le varie distro e derivate; non penso sia un grande sacrificio informarsi preventivamente ed orientare così la scelta, premiando così anche l'impegno di aziende (come p. es. HP o Brother) più sensibili sull'argomento. Sull'utilizzo di software Open source l'Italia in generale  è drammaticamente indietro, basti vedere cosa succede dietro la porta di casa, ad esempio in Spagna, dove le varie Juntas (una sorta di macroregioni con autonomia amministrativa abbastanza ampia) hanno adottato delle distribuzioni (basate perlopiù su Ubuntu) utilizzate negli uffici pubblici e nelle scuole, ed il cui uso viene incoraggiato anche in ambito privato, due nomi per tutti, Guadalinex e MoLinux: una situazione distante anni-luce dalla nostra, dove in buona parte degli uffici pubblici non è raro vedere PC con la stellina WGA nella barra di notifica. E' vero, il passaggio non sarebbe immune da problemi, ma sono vere anche altre due cose:
1) il risparmio sulle licenze (diamo per scontato che tutti ne abbiano una regolare) compenserebbe più che abbondantemente i costi dell'integrazione software;
2) non ci sarebbe momento per iniziare migliore di questo: la quasi totalità dei PC in oggetto ha XP, che, vista la prudenza e la perizia della maggior parte degli impiegati comunali, avrà una vita utile di 1 anno o poco più dopo la fine del supporto: sarebbe intelligente iniziare a installare  Linux, sulle macchine nuove e su quelle che hanno bisogno di reinstallazione (che mi risulta siano molte): acquistare licenze di Seven per sostituirlo con Linux tra tre anni non mi sembra intelligente.
Un'ultima cosa: le guerre di religione hanno portato solo sfracelli, affrontare i problemi "cum grano salis" sarebbe sempre meglio.

Offline SC

  • Administrator
  • Scrittore del Forum
  • *****
  • Post: 3.061
  • Sesso: Maschio
  • Ci si impegna e poi si vede
    • Google Profile
Volevo introdurmi in questa discussione (solo da appassionato, dato che faccio altro) per dire due cose: ci sono tante stampanti da 50 euro che funzionano perfettamente con linux, e sono sempre di più quelle che vengono fornite con i driver per le varie distro e derivate; non penso sia un grande sacrificio informarsi preventivamente ed orientare così la scelta, premiando così anche l'impegno di aziende (come p. es. HP o Brother) più sensibili sull'argomento.


è vero, fortunatamente la situazione migliora ma affermare che attualmente non ci sono problemi di driver è assolutamente falso.
il problema è chi deve fare il sacrificio, il consulente o il cliente, la maggior parte dei clienti prendono a caso guardando solo il prezzo e poi scaricano gli oneri di configurazione ad un tecnico pretendendo un lavoro gratuito.

Sull'utilizzo di software Open source l'Italia in generale  è drammaticamente indietro, basti vedere cosa succede dietro la porta di casa, ad esempio in Spagna, dove le varie Juntas (una sorta di macroregioni con autonomia amministrativa abbastanza ampia) hanno adottato delle distribuzioni (basate perlopiù su Ubuntu) utilizzate negli uffici pubblici e nelle scuole,


l'italia è drammaticamente indietro nell'INFORMATICA, tranne qualche raro caso di eccellenza, le configurazioni che vedo negli uffici  sono errate per la produttività
i lavori di ufficio andrebbero organizzati come groupware e calendarizzati dove sono? i sistemi di autenticazione potrebbero e dovrebbero essere centralizzati , dove sono? i fax virtualizzati? dove sono? la digitalizzazione degli atti pregressi tramite ocr  dov'è? le email potrebbero essere utilizzate per stabilire un percorso di infomazione tramite mailing list con i cittadini oppure server web con i feed degli eventi, dove sono?io ho dovuto sentirmi dire che il comune di buccheri non poteva inviare una mail con gli odg dei consigli comunali, come se fosse un impresa inviare a + indirizzi una mail.

e la famosa pec (posta elettonica certificata)? i comuni e le amministrazioni hanno una  pec del PROTOCOLLO funzionante con quella che il governo rilascia gratuitamente  ai cittadini?

guardate qui http://www.paginepecpa.gov.it/
controllate quanti e quali indirizzi sono presenti, e se avete tempo testate se qualcuno legge le mail della pec nonostante gli obblighi imposti per legge

e  per altre informazioni ecco questo topic che scrissi mesi fa
http://www.paraparlando.com/Cronaca_Notizie_varie/REGIONE_SICILIA_e_lindirizzo_pec_che_non_funziona_come_pubblica_amministrazione_2081.0.html

queste cose non dipendono ne da linux ne da window, si possono realizzare con entrambi i sistemi e con entrambi i sistemi assicurano produttività e servizi ai cittadini ma se attualmente non ci sono vuol dire che il problema non sono le licenze di windows ma la formazione e organizzazione del personale.


1) il risparmio sulle licenze (diamo per scontato che tutti ne abbiano una regolare) compenserebbe più che abbondantemente i costi dell'integrazione software;


non diamolo per scontato invece perchè semplicemente non è così anche nelle pubbliche amministrazioni,c'è molta pirateria anche li
e cerchiamo di evitare di diffondere la notizia che linux è gratis perchè linux è LIBERO non gratis, quei costi che su windows si ammortizzano perchè c'è sempre amico che ti indica come andare avanti talvolta in maniera non propriamente corretta (esempio l'uso di excel come rubrica e come metodo per stampare tabelle), esistono e non segnalarli provoca un danno alla causa di linux.

l'utente comune se deve scegliere di pagare 130 euro per windows o pagare 35 euro per configurare una stampante altre 35 per il pennino wifi usb altre 70 per poter configurare wine per poter sfruttare l'emulazione dell'ultimo gioco windows 3d per il figlio 11 enne  cosa pensate che scelga?

questo non significa denigrare linux ma dire le cose come stanno, le persone che installano linux devono essere consapevoli non illusi da falsi promesse

altrimenti le barzellette di nonciclepedia diventano drammaticamente vere
http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Linux


« Ultima modifica: 17:00:57 pm, 27 Aprile 2011 da SC »
Informa anche tu con Openjournalism
----------------------
Così scrivo secondo le mie idee personali

Così come Amministratore del Forum
Regolamento

Lelio

  • Visitatore
Non ho ancora capito se questa è una serena discussione, o se deve diventare una gara a chi trova più argomenti per controbattere l'interlocutore; se è vera questa seconda ipotesi, a me non interessa. Non c'è sordo peggiore di chi non vuole sentire: avevo concluso il mio precedente post dicendo che sarebbe sempre meglio discutere "cum grano salis", senza preconcetti, cosa che, a quanto pare, ti viene difficile. Sinceramente non mi aspettavo che andassi a cercare (e pubblichi pure il link) le cretinate scritte da qualche buontempone "esperto" di informatica, Linux, Windows come di tante altre materie: la pagina iniziale di oggi spiega diffusamente perché sarebbe meglio sbarazzarsi della Sardegna... e per capire il livello, guardate anche questo link. Ho visto decine di stampanti funzionare (gratis) con Ubuntu, una antidiluviana Dj 840 come una Lj 1200 o una Dj 1280 o tantissime altre che non ricordo: le colleghi e vanno, senza nemmeno mettere il dischetto. Io non ho come missione di convincere chicchessia ad usare Linux o Mac Os, non me ne frega niente, e non ho dichiarato guerra a Windows, figurati che sul mio PC ho XP in dual boot; ho solo portato l'esempio di altri posti dove le direttive comunitarie, recepite in Italia a partire dalla Direttiva 19 Dicembre 2003 della Presidenza del Consiglio dei ministri, Dipartimento per l'innovazione e le tecnologie, vengono applicate con più vigore: se questo sia un bene o un male, lascio agli altri il compito di ragionarci e farsi un'idea; per me, se qualcuno mi dicesse che devo scegliere, non avrei dubbi: sceglierei Linux, che in 4 anni non mi ha mai costretto a reinstallare, non si è mai bloccato e non rallenta la sua procedura di avvio ad ogni programma che installo.

Offline SC

  • Administrator
  • Scrittore del Forum
  • *****
  • Post: 3.061
  • Sesso: Maschio
  • Ci si impegna e poi si vede
    • Google Profile
Non ho ancora capito se questa è una serena discussione, o se deve diventare una gara a chi trova più argomenti per controbattere l'interlocutore; se è vera questa seconda ipotesi, a me non interessa. Non c'è sordo peggiore di chi non vuole sentire: avevo concluso il mio precedente post dicendo che sarebbe sempre meglio discutere "cum grano salis", senza preconcetti, cosa che, a quanto pare, ti viene difficile.


cerchiamo di capici avere una serena discussione significa appunto  controbattere  CON ARGOMENTI razionali l'interlocutore o  per te serena discussione significa un placet puro e semplice?

hai fatto delle affermazione che non ho negato ma l'ho inquadrate in un contesto + ampio e che io reputo + razionale quali sono questi preconcetti?

se non hai notato la guerra di religione  la stai facendo tu, io ho affermato sin dall'inizio che linux va consigliato dove ha la possibilità di essere usato e valorizzato perchè te lo dico francamente a me girano i coglioni quando poi piallano la macchina linux dicendomi "è un sistema antiquato" o "non serve a niente" solo perchè non sono stati capaci di installare l'ultima versione del flash player o roba del genere


Sinceramente non mi aspettavo che andassi a cercare (e pubblichi pure il link) le cretinate scritte da qualche buontempone "esperto" di informatica, Linux, Windows come di tante altre materie: la pagina iniziale di oggi spiega diffusamente perché sarebbe meglio sbarazzarsi della Sardegna...


vedi questi sono le frasi che mi indispongono  e parecchio per due motivi
1) personale, di tutti i link seri  che ti ho pubblicato argomentando hai preso solo l'unico che avevo segnato per stemperare annunciato come un sito di barzellette (e l'avevo pure scritto), hai evidentemente perso + tempo in nonciclepedia che sul sito delle pec, i miei complimenti!

2) userai pure linux da 4 anni avrai senz'altro esperienza da non so quanti anni  ma evidentemente di mondo informatico come humus culturale non sai una cippa
il progetto nonciclepedia non è un progetto di un semplice buontempone ma è un progetto di satira internazionale aperta, nato come parodia di wikipedia

http://it.wikipedia.org/wiki/Nonciclopedia
come tutte le tecnologie wiki essa è aperta per definizione e quindi sicuramente affonda nell'idea e nella filosofia del Free Software, che ripeto significa LIBERO non gratis

quindi il progetto è  serio progetto aperto di LIBERA SATIRA per ridere, in gergo linux si usa spesso RTFM ossia leggere il fottuto manuale , la fottuta documentazione  anche un libro di storia di informatica ogni tanto fa bene
e ricordo che l'informatica è formata ANCHE da tipi strani e buontemponi


questo signore vestito da matto è Richard Stalman (RMS) fondatore del movimento del free software , creatore di make e di emacs

una persona che nonostante si vesta da buontempone è degna del massimo rispetto nel mondo informatico e nonostante ami particolarmente le polemiche e sia un estremista con cui è difficile essere d'accordo

è LUI per esempio che insiste che il free software è libero ma non gratuito.

per me, se qualcuno mi dicesse che devo scegliere, non avrei dubbi: sceglierei Linux, che in 4 anni non mi ha mai costretto a reinstallare, non si è mai bloccato e non rallenta la sua procedura di avvio ad ogni programma che installo.


sono felice per te, ma perchè fin'ora non l'hai fatto e hai conservato il dual boot? ciò che conta in una scelta sono le motivazione della scelta non la scelta in se stessa

« Ultima modifica: 23:29:59 pm, 27 Aprile 2011 da SC »
Informa anche tu con Openjournalism
----------------------
Così scrivo secondo le mie idee personali

Così come Amministratore del Forum
Regolamento

Offline SHADOW LIONHEART

  • Agli Inizi
  • *
  • Post: 20
  • Sesso: Maschio
    • SHADOWLIONHEART.IT - Assistenza remota
Non ho ancora capito se questa è una serena discussione, o se deve diventare una gara a chi trova più argomenti per controbattere l'interlocutore; se è vera questa seconda ipotesi, a me non interessa. Non c'è sordo peggiore di chi non vuole sentire: avevo concluso il mio precedente post dicendo che sarebbe sempre meglio discutere "cum grano salis", senza preconcetti, cosa che, a quanto pare, ti viene difficile. Sinceramente non mi aspettavo che andassi a cercare (e pubblichi pure il link) le cretinate scritte da qualche buontempone "esperto" di informatica, Linux, Windows come di tante altre materie: la pagina iniziale di oggi spiega diffusamente perché sarebbe meglio sbarazzarsi della Sardegna... e per capire il livello, guardate anche questo link. Ho visto decine di stampanti funzionare (gratis) con Ubuntu, una antidiluviana Dj 840 come una Lj 1200 o una Dj 1280 o tantissime altre che non ricordo: le colleghi e vanno, senza nemmeno mettere il dischetto. Io non ho come missione di convincere chicchessia ad usare Linux o Mac Os, non me ne frega niente, e non ho dichiarato guerra a Windows, figurati che sul mio PC ho XP in dual boot; ho solo portato l'esempio di altri posti dove le direttive comunitarie, recepite in Italia a partire dalla Direttiva 19 Dicembre 2003 della Presidenza del Consiglio dei ministri, Dipartimento per l'innovazione e le tecnologie, vengono applicate con più vigore: se questo sia un bene o un male, lascio agli altri il compito di ragionarci e farsi un'idea; per me, se qualcuno mi dicesse che devo scegliere, non avrei dubbi: sceglierei Linux, che in 4 anni non mi ha mai costretto a reinstallare, non si è mai bloccato e non rallenta la sua procedura di avvio ad ogni programma che installo.


Concordo con tutto quello che hai scritto.

 

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 

Facebook Comments

Link Consigliati:
Portale turistico per le vacanze a Siracusa e Provincia - vacanzesiracusa.com

Increase your website traffic with Attracta.com
Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il presente FORUM, non rappresenta una testata giornalistica in quanto sar� aggiornato senza alcuna periodicit�. Non pu� pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite, non sempre ma in massima parte, sono tratte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse.Il Gestore del FORUM, non � responsabile del contenuto dei commenti ai post, n� del contenuto dei siti "linkati"

WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!