Autore: Visitatore Topic: esemplare modello di autonomia siciliana alla Raffaele Lombardo  (Letto 1881 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

enrico tomasi

  • Visitatore


pare che solo la corte dei conti si sia accorto di questa situazione. mentre la Federazione
nazionale della stampa italiana e l’Associazione siciliana della stampa, chiaramente si
schiera a fianco dei i colleghi "caporedattori"

....direbbe pino maniace: la solidarietà tra giornalisti "tesserati" è d'obbligo!

mi meraviglio solo come mai nessun segnale di solidarietà ai giornalisti di cuffaro e lombardo sia giunto da parte degli oppositori dell'attuale presidente della regione.

e sopratutto mi chiedo: se lombardo dovesse (visto che stanno ancora tutti li) commettere un omicidio, magari all'interno della regione siciliana, queste esemplari "penne libere", divulgherebbero la notizia?

mi auguro che l'articolo faccia riflettere sul punto in cui ci troviamo a proposito di rinnovamento della politica e dei politici siciliani.
« Ultima modifica: 12:46:35 pm, 18 Gennaio 2010 da Enrico Tomasi »

Offline a.merenda

  • Global Moderator
  • Scrittore del Forum
  • *****
  • Post: 1.988
  • Sesso: Maschio
Re:esemplare modello di autonomia siciliana alla Raffaele Lombardo
« Risposta #1 il: 15:58:32 pm, 18 Gennaio 2010 »
  • Publish
  • Meglio valutare il grado di collusività esistente tra "la corporazione" dei giornalisti e la politica, no?

    Premesso che la politica siciliana necessiti un forte "svecchiamento" in termini non solo anagrafici credo sia rilevante sollevare il problema della divisione in fazioni che avviene all'interno di comunità politiche, quale quella siciliana ed italiana in genere.

    Il servilismo di alcune categorie professionali nei confronti del potere (economico o politico) si misura anche dal peso contrattuale che tali gruppi possono vantare.
    Il versante dell'informazione, in questo contesto, diventa cruciale poichè, se malato, non permette la formazione di una coscienza civile consapevole.

    L'open giournalism, da questo punto di vista, fa da supplente ma gli utenti finali (i fruitori di internet) sono ancora una minima percentuale della popolazione...

    Allora, che fare? Come portare avanti una battaglia concreta?

    Penso che una soluzione stia nella riscoperta della bellezza del confronto. Nell'interpretare un'inchiesta o una ricerca come uno sforzo intellettuale orientato all'obiettività, alla valutazione dei fatti non "per partito preso".

    Per questo, quando di parla di autonomia o autodeterminazione entra in gioco il valore della libertà. Sentirsi liberi di esprimere il proprio punto di vista senza aspettarsi l'approvazione o l'applauso di chicchessia.

    In particolare, in riferimento al titolo del post, vorrei aggiungere che la questione non solo attiene all'autonomia bensì al problema clientelare di cui si discuteva anche in altri post.
    Ed il problema clientelare si risolve solamente in un modo: instaurare un rapporto interno allo Stato in cui ogni singola Regione paga per l'irresponsabilità finanziaria perpetrata...
    IL parere della Corte dei Conti rimane fine a se stesso se poi una vera sanzione non può esserci. Se, in definitiva, Lombardo può rispondere: mica ce li ho messi io lì...l'ha fatto il mio predecessore!

    Questo è il gatto che si morde la coda.

    Lottare per una responsabilizzazione finanziaria degli enti pubblici locali, invece, rappresenta un modo per selezionare individui che, attraverso la loro competenza e professionalità, indichino soluzioni concrete e virtuose visto che lo sviluppo (economico e sociale) non piove dall'alto.

    Ma chi la vuole questo tipo di autonomia?Certamente non la maggiorparte dei politici al potere.
    E la popolazione? Cu cancia a vecchia ca nova....

    Molte volte a questo punto si richiamano le leggi di mercato come una panacea che ci consentirebbe quantomeno di moltiplicare le opportunità di lavoro...E' davvero così?
    Non è forse lo stesso mercato che, anni or sono, impose alle nostre zone un destino da "centro raffinazione petrolio e derivati"?
    No, mi si risponderà, quello fu lo Stato italiano per mezzo dell'amanagement du territoire guidato da cabine di regia lontane dai territori.

    Dunque più mercato e più merito. Ma come?
    Mi sa che bisogna chiamare in causa nuovamente la politica intesa come quell'arte di raggiungere accordi tra le componenti di una comunità che conducano al benessere collettivo e non particolaristico-clientelare.

    E i siciliani se la sentono di lottare per questo? Alcuni si, altri no.

    PS: Pino Maniaci non maniace

    « Ultima modifica: 16:08:33 pm, 18 Gennaio 2010 da spaventa »

    enrico tomasi

    • Visitatore
    Re:esemplare modello di autonomia siciliana alla Raffaele Lombardo
    « Risposta #2 il: 18:17:05 pm, 18 Gennaio 2010 »
  • Publish
  • ..
    IL parere della Corte dei Conti rimane fine a se stesso se poi una vera sanzione non può esserci. Se, in definitiva, Lombardo può rispondere: mica ce li ho messi io lì...l'ha fatto il mio predecessore!

    lombardo infatti non deve rispondere delle assunzioni, ma del mantenimento del servizio che secondo la corte dei conti è illeggittimo. aggiungo io, lo dovrebbe essere anche secondo quel principio che si chiama buon senso. esso è quella regola che applica ogni singolo individuo, la famiglia, un impresa...nel gestire i propri fondi finanziari e che è mosso semplicemente dalla coerenza. buon senso e coerenza dovrebbero stare alla base di ogni valutazione politica. il problema di questo caso non è di natura tecnica.

    non si puo' lottare per la responsabilizzazione finanziaria degli enti pubblici locali, per poi dire, il principio di bruciare soldi non è mio, io sto semplicemente continuando a bruciarli (serenamente)  più del mio predecessore, perchè forse la legge me lo consente. non si tratta (tratterebbe) del gatto che si morde la coda, ma di semplice ipocrisia (per dirla pulita)

    ps: grazie per avermi ricordato il cognome di pino, ne terrò conto nel prossimo incontro ;)
    « Ultima modifica: 18:28:29 pm, 18 Gennaio 2010 da Enrico Tomasi »

    Offline SC

    • Administrator
    • Scrittore del Forum
    • *****
    • Post: 3.061
    • Sesso: Maschio
    • Ci si impegna e poi si vede
      • Google Profile
    Re:esemplare modello di autonomia siciliana alla Raffaele Lombardo
    « Risposta #3 il: 19:23:42 pm, 18 Gennaio 2010 »
  • Publish
  • lombardo infatti non deve rispondere delle assunzioni, ma del mantenimento del servizio che secondo la corte dei conti è illeggittimo. aggiungo io, lo dovrebbe essere anche secondo quel principio che si chiama buon senso. esso è quella regola che applica ogni singolo individuo, la famiglia, un impresa...nel gestire i propri fondi finanziari e che è mosso semplicemente dalla coerenza. buon senso e coerenza dovrebbero stare alla base di ogni valutazione politica. il problema di questo caso non è di natura tecnica.

    in realtà il problema è proprio di natura tecnica

    non è la corte dei conti che  ha parlato di illegittimità bensi la procura , dunque l'accusa ma i giudici devono ancora decidere.

    quello che sembra un apparente danno per lombardo è invece un vantaggio e chissà che non sia stato fomentato da lui stesso per liquidare quei giornalisti e sostituirli con altri a "tempo determinato".

    dal punto di vista politico infatti sono i giudici che si stanno assumendo la responsabilità eventuale di "licenziare" quelle persone.

    Lombardo dirà che aveva le mani legate dal contratto di assunzione precendetemente emesso da cuffaro, ed è legalmente così
    solo un giudice può dichiarare illegale un contratto  avesse proceduto al licenziamento avrebbe violato il contratto e probabilmente l'art 18 dello statuto dei lavoratori,
    con il paradosso di una causa per assunzione e una per licenziamento.

    ora potrà dire di non averli licenziati ma essere stato costretto dai giudici o addirittura ricollocando qualcuno di essi con un contratto a tempo determinato di averli salvati, se invece i giudici saranno favoreli alla regione dirà di aver rispettato il contratto e i lavoratori.

    è probabile che punti alla prima perchè dopo potrà ricostruire un ufficio stampa fatto di protetti a tempo determinato

    fondamentalmente è una macchinazione a tavolino per far risaltare sulla stampa l'immagine del governatore nella sua opera di decuffarizazione (e lombardizzazione) della macchina regionale
    Informa anche tu con Openjournalism
    ----------------------
    Così scrivo secondo le mie idee personali

    Così come Amministratore del Forum
    Regolamento

     

    Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 

    Facebook Comments

    Link Consigliati:
    Portale turistico per le vacanze a Siracusa e Provincia - vacanzesiracusa.com

    Increase your website traffic with Attracta.com
    Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il presente FORUM, non rappresenta una testata giornalistica in quanto sar� aggiornato senza alcuna periodicit�. Non pu� pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite, non sempre ma in massima parte, sono tratte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse.Il Gestore del FORUM, non � responsabile del contenuto dei commenti ai post, n� del contenuto dei siti "linkati"

    WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!