Autore: a.merenda Topic: Bamboccioni  (Letto 6481 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline a.merenda

  • Global Moderator
  • Scrittore del Forum
  • *****
  • Post: 1.988
  • Sesso: Maschio
Bamboccioni
« il: 12:56:03 pm, 29 Maggio 2010 »
  • Publish
  • L'argomento genera risatine, silenzi-assensi, moti d'orgoglio e molto altro.
    Il Padoa Schioppa uscì sui giornali con questa profonda analisi sociologica dei "non più giovani" italici e divise l'opiione pubblica.
    Si sa, gli italiani sono dei mammoni e tra il certo delle mura domestiche e l'incerto barcamenarsi quotidiano scelgono, talvolta, la via più più comoda.
    Detto questo è innegabile che è la stessa politica italiana a cristallizzare questo stato di cose. Le leve del potere, ad esempio, potrebbero garantire non "aiuti diretti alle famiglie" bensì "aiuti a quei giovani che, all'interno delle famiglie di appartenenza, cercano disperatamente un canone d'affitto che sia sostenibile con i loro salari precarizzati".

    Insomma, in medio stat virtus oppure c'è qualcosa di più "strutturale"?

    a voi

    Offline cherumubeddi

    • Scrittore del Forum
    • *****
    • Post: 925
    • Sesso: Maschio
    Re:Bamboccioni
    « Risposta #1 il: 19:33:19 pm, 30 Maggio 2010 »
  • Publish
  • ...per chi ha un salario precarizzato;  e per chi non ce l'ha???

    e poi, i cosiddetti bamboccioni sono dei perfetti consumatori della famiglia, in termini fiscali s'intende, poiche sono invisibili e alle detrazioni e agli assegni familiari.  Giusto intervenire direttamente su di loro!!!

    Mi chiedevo: non è che siamo in Grecia???      Lì si che stavano bene le bamboccione: rendita vitaliza alla zitelle d'oro; le 40mila figlie non sposate di impiegati pubblici che hanno diritto a una pensione "erederitaria" di mille euro al mese (costo 550 milioni l'anno). 
    Magari fosse in italia... avrei cercato una figlia di un dipendente statale e l'avrei portata con me... a casa di mia madre e mio padre a fare il bamboccione convivente!!!!

    chi semu beddi!  
    Az

    enrico tomasi

    • Visitatore
    Re:Bamboccioni
    « Risposta #2 il: 20:07:40 pm, 30 Maggio 2010 »
  • Publish
  • più lontano dalle mamme e piu vicini allo stato insomma, cosi' mamma/papà contribuente ti paga l'affitto invece che mantenerti in casa...ottima riflessione tito

    « Ultima modifica: 20:16:34 pm, 30 Maggio 2010 da Enrico Tomasi »

    Offline a.merenda

    • Global Moderator
    • Scrittore del Forum
    • *****
    • Post: 1.988
    • Sesso: Maschio
    Re:Bamboccioni
    « Risposta #3 il: 10:36:36 am, 31 Maggio 2010 »
  • Publish
  • Non auspico una "maggiore vicinanza allo stato" (anche se ho capito quello che intendi) bensì un intervento che incentivi la "presa di coscienza" da parte di ragazzi che vivono la loro condizione di "intrappolati" in maniera più o meno dignitosa.

    C'è da distinguera tra chi vuole andare via e non può farlo e chi a casa ci sta benissimo (spesso per colpa/merito degli stessi genitori...)

    Certo è che la "riconoscibilità" di queste persone da parte dello stato permetterebbe di tracciare un quadro più "scientifico" della situazione che stiamo vivendo. Mi fa tanta rabbia ascoltare commenti rivolti verso i  ragazzi quando si generalizza e gliene si dice di ogni...

    Conosco persone che sgobbano, lavorano, studiano etc. e con tutto ciò non optano per una vita "fuori di casa" semplicemente perchè in questa maniera starebbero peggio.

    Ora, dato che l'uomo è dotato (ancora) di una certa razionalità ditemi voi se a fronte di una simile realtà economico-politica (clientelare-asfittica-senza ricerca) il modo più "profittevole" per sopravvivere al meglio non è affidarsi alle reti amicali/parentali.

    Questo incedere, tra l'altro, viene osannato da diversi "servi" sociologi che non perdono occasione per osannare l'Italia e dire: "quanta bella solidarietà ci sia"...

    ma quale solidarietà: questo è stato di natura..questa è necessità a fronte di povertà e sfruttamento...

    Bisogna dire basta allo sfruttamento. Bisogna ripensare il modo di fare l'economia

    A tal proposito, si dia uno sguardo all'economia informale (che spesso diventa pure illegale agli occhi del fisco)...bisogna ammettere che c'è un bacino lavorativo invisibile costituito da attività che risultano come "volontariato". Benissimo: propongo una retribuzione nella forma del rimborso spese a chiunque dimostri di lavorare "seriamente" nel mondo del "non profit".

    l contributo sarebbe così composto: una parte su base universalistica (es: spese di gestione standard) un'altra sulla base delle attività da svolgere (le quali devono essere indirizzate dal comune di appartenenza di concerto con gli stessi operatori del settore in relazione alle esigenze ed ai bisogni della comunità)

    Per esempio: avete presenti i cantieri comunali che la regione sta promuovendo? Bene, si potrebbero fare benissimo per mezzo di associazioni di volontariato aventi come direttore dei lavori degli esperti del ramo.

    I "campi sensibili":
    -raccolta differenziata
    -verde pubblico
    -pulizia strade
    -convegni/seminari di interesse pubblico (organizzazione e logistica)
    -beni culturali (musei, siti archeologici, escursioni)
    -agricoltura con finalità sociali (fattorie sociali, lavoro in terreni confiscati ai boss)
    -corsi d'informatica di base
    -corsi d'inglese
    -accompagantori anziani (turismo della terza età)


    Tutto ciò si dovrebbe poi sviluppare nel libero mercato concorrenziale a fronte, (secondo me) di saltuarie regolazioni pubbliche laddove si verifichino squilibri (contributi troppo onerosi a fronte di rendicontazioni dubbie oppure assenza di relazioni/resoconti che testimonino la responsabilità sociale d'impresa attraverso la stesura di un bilancio sociale)

    Uno stato regolatore/coordinatore invece di uno autoritario (oggi) ed interventista (ieri)

    Offline SC

    • Administrator
    • Scrittore del Forum
    • *****
    • Post: 3.061
    • Sesso: Maschio
    • Ci si impegna e poi si vede
      • Google Profile
    Re:Bamboccioni
    « Risposta #4 il: 11:04:57 am, 31 Maggio 2010 »
  • Publish
  • Per esempio: avete presenti i cantieri comunali che la regione sta promuovendo? Bene, si potrebbero fare benissimo per mezzo di associazioni di volontariato aventi come direttore dei lavori degli esperti del ramo.

    si magari attraverso le pro loco vero antonio?
    Informa anche tu con Openjournalism
    ----------------------
    Così scrivo secondo le mie idee personali

    Così come Amministratore del Forum
    Regolamento

    Offline a.merenda

    • Global Moderator
    • Scrittore del Forum
    • *****
    • Post: 1.988
    • Sesso: Maschio
    Re:Bamboccioni
    « Risposta #5 il: 12:50:19 pm, 31 Maggio 2010 »
  • Publish
  • si

    enrico tomasi

    • Visitatore
    Re:Bamboccioni
    « Risposta #6 il: 16:29:22 pm, 31 Maggio 2010 »
  • Publish
  • Per esempio: avete presenti i cantieri comunali che la regione sta promuovendo?

    si, quelli di sempre, in cui i giovani vengono diseducati al lavoro, ricevendo compensi per grattarsi....
    « Ultima modifica: 16:32:32 pm, 31 Maggio 2010 da Enrico Tomasi »

    Offline a.merenda

    • Global Moderator
    • Scrittore del Forum
    • *****
    • Post: 1.988
    • Sesso: Maschio
    Re:Bamboccioni
    « Risposta #7 il: 16:48:10 pm, 31 Maggio 2010 »
  • Publish
  • bisogna vedere chi li promuove, gestisce e controlla.

    Probabilmente andrà come dici tu anche se, di questi tempi, non so fino a che punto saranno i giovani ad usufruirne.

    Detto ciò mi auguro che le mie osservazioni non ci facciano andare fuori tema.
    Lo so, ho cominciato io e me ne scuso.

    Quindi, di diceva dei bamboccioni...

    enrico tomasi

    • Visitatore
    Re:Bamboccioni
    « Risposta #8 il: 16:51:55 pm, 31 Maggio 2010 »
  • Publish
  • Per esempio: avete presenti i cantieri comunali che la regione sta promuovendo? Bene, si potrebbero fare benissimo per mezzo di associazioni di volontariato aventi come direttore dei lavori degli esperti del ramo.



    non capisco per quale ragione ci sia questa forte tendenza ad interpretare la parola "volontariato" ad uso e cosnsumo.

    non è la prima volta che do il link del significato che ne da wikipedia, correggilo se ritieni tito:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Volontariato

    enrico tomasi

    • Visitatore
    Re:Bamboccioni
    « Risposta #9 il: 16:54:12 pm, 31 Maggio 2010 »
  • Publish
  • bisogna vedere chi li promuove, gestisce e controlla.

    Probabilmente andrà come dici tu anche se, di questi tempi, non so fino a che punto saranno i giovani ad usufruirne.

    Detto ciò mi auguro che le mie osservazioni non ci facciano andare fuori tema.
    Lo so, ho cominciato io e me ne scuso.

    Quindi, di diceva dei bamboccioni...

    beh, per giovani io intendevo i "tuoi" bamboccioni, quelli "under 90"!

    Offline SC

    • Administrator
    • Scrittore del Forum
    • *****
    • Post: 3.061
    • Sesso: Maschio
    • Ci si impegna e poi si vede
      • Google Profile
    Re:Bamboccioni
    « Risposta #10 il: 17:12:24 pm, 31 Maggio 2010 »
  • Publish
  • si

    antonio questa si chiama sfacciataggine

    che tu presidente della proloco reclami per la pro loco di gestire i cantieri regionali in virtù non si capisce di quale curricululm e competenza e sopratutto il perchè.

    cos'è un "tengo famiglia"? prima di chiedere poteri e soldi in cui non avrebbe lontanamente diritto cerca di far funzionare il VOLONTARIATO della pro loco per le competenze che le sono pertinenti

    le pro loco non sono uffici pubblici, sono associazioni di carattere privato

    spero sia solo una provocazione la tua
    Informa anche tu con Openjournalism
    ----------------------
    Così scrivo secondo le mie idee personali

    Così come Amministratore del Forum
    Regolamento

    Offline a.merenda

    • Global Moderator
    • Scrittore del Forum
    • *****
    • Post: 1.988
    • Sesso: Maschio
    Re:Bamboccioni
    « Risposta #11 il: 09:16:45 am, 01 Giugno 2010 »
  • Publish
  • certo che lo è....
    va nella direzione del pensare "le organizzazioni non profit" come un bacino occupazionale in cui non si parla di retribuzione benì di rimborso spese.

    Il volontariato funziona bene quando chi presta la propria opera non viene tratato da filantropo (almeno esclusivamente) o da "fesso che lavora senza guadagnare)

    Il volontariato funziona quando vengono riconosciuti al prestatore d'opera (occasionalmente) i costi dei servigi da lui messi a disposizione (es: benzina per spostamenti che fanno parte di progetti riconosciuti validi)

    Quì non si parla di retribuzione o salario.....

    Circa l'utilizzo del termine "ad uso e consumo" (cit. E.Tomasi) si veda:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Non_profit  (in particolare il reinvestimento degli utili per scopi organizzativi --> ovvero: ciò che si guadagna non serve per remunerare ma per coprire i costi ed effettuare nuovi investimenti.)

    PS: si prega di aprire un altro topic sul non profit se del caso...Argomento mooolto interessante che necessita di certo chiarimenti

    qui si parlava dei bamboccioni!

    enrico tomasi

    • Visitatore
    Re:Bamboccioni
    « Risposta #12 il: 12:25:25 pm, 01 Giugno 2010 »
  • Publish
  • Il volontariato funziona bene quando chi presta la propria opera non viene tratato da filantropo (almeno esclusivamente) o da "fesso che lavora senza guadagnare)


    chi si veste da clown e si reca in un ospedale per regalare sorrisi ad un bambino in fase terminale, non ci va per soldi, tantomeno chiederà al padre le spese della benzina.
    ....oltre che del volontariato e del lavoro, hai una visione alquanto distorta anche dei "fessi" tito



    ps: il signor tomasi non parlava di no profit

    Offline SC

    • Administrator
    • Scrittore del Forum
    • *****
    • Post: 3.061
    • Sesso: Maschio
    • Ci si impegna e poi si vede
      • Google Profile
    Re:Bamboccioni
    « Risposta #13 il: 14:45:27 pm, 01 Giugno 2010 »
  • Publish
  • certo che lo è....
    va nella direzione del pensare "le organizzazioni non profit" come un bacino occupazionale in cui non si parla di retribuzione benì di rimborso spese.


    se è una provocazione la prendo come tale, ma non ne capisco le finalità

    e tornando in tema di bamboccioni ,non mi sembra si dia un ottimo segnale ai giovani dire che per lavorare bisogna iscriversi o conoscere il presidente della pro loco o di una qualsiasi associazione per poter lavorare anche nei cantieri delle strade.

    e scusa se lo dico ,puoi stare sicuro che se la proloco di sortino aveva questi poteri ,da  te auspicati per provocazione, non  facevano arrivare te alla presidenza.

    per il resto concordo con te riguardo il giudizio sulle politiche degli ultimi goveni, ma + che altro del sistema, che non hanno favorito l'uscita di casa dei "bamboccioni" 

    nel mondo del lavoro i giovani sono poco protetti, troppi tipi di contratti, troppa gente ha alle  dipendenze persone che paga poco e spesso in nero, e li vedi poi con un tenore di vita alto, case, macchine.
    rubano due volte una volta allo stato con la dichiarazione dei redditi spesso bassa e una volta ai lavoratori che ancora peggio perchè profittano della buona fede di quelle persone che hanno bisogno di lavorare.

    bisogna rendere veloci i sistemi per ottenere giustizia e sopratutto di recupero soldi.

    impedire che i datori di lavori possano truccare le buste paga, magari usando i sostituti d'imposta

    bisogna aumentare il personale dell'ispettorato al lavoro,  mandarlo in giro, mattina e pomeriggio

    la flessibilità va bene se non conduce ad abusi che vanno impediti , e i contratti flessibili vanno pagati meglio vincolati per legge a quelli non flessibili

    bisogna definire delle regole chiare e che fanno capire i costi in maniera chiara per permettere la scelta a coloro che vorrebbero aprire un lavoro autonomo e soprattutto dare strumenti che sanno infromare

    un esempio personale io ho evitato di aprire la partita iva , ma uso i contratti a progetto e i rapporti occasionali questo perchè tutti me lo hanno sconsigliato, ma confesso di non aver mai fatto un analisi personale razionalmente certa, è probabilmente colpa mia, ma penso che parecchi giovani si trovano nel medesimo dubbio

    il problema è trovare strumenti che favoriscano scelte consapevoli, l'incertezza è ciò che crea i bamboccioni.

    « Ultima modifica: 10:58:18 am, 08 Giugno 2010 da SC »
    Informa anche tu con Openjournalism
    ----------------------
    Così scrivo secondo le mie idee personali

    Così come Amministratore del Forum
    Regolamento

    Offline a.merenda

    • Global Moderator
    • Scrittore del Forum
    • *****
    • Post: 1.988
    • Sesso: Maschio
    Re:Bamboccioni
    « Risposta #14 il: 17:32:23 pm, 09 Giugno 2010 »
  • Publish
  • Hai visto che concordi anche tu con gli ispettori del lavoro? Mi fa piacere.

    Sul non profit.
    questo è il mio messaggio: funziona bene quando si rispettano i principi fondanti di questa branca del terziario.
    Cosa significa?
    Questo.
    Se io, amministrazione comunale, ho bisogno che la mia città divenga più bella ho due strade: quella classica che consiste nell'intercettare un finanziamento che mi consenta di valorizzare (ad esempio) qualche luogo storico-culturale. Per percorrere questa via ci vuole capacità progettuale, abilità politica, e tempo...molto.
    Quella alternativa è rivolgersi al mondo del non profit al quale potrei chiedere di pulire il selciato antistante (ad esempio) la Chiesa Madre di Sortino in seguito alla costatazione delle necessarie competenze nel campo storico-artistico-ambientale-culturale.
    http://www.google.it/images?q=chiesa%20madre%20sortino&oe=utf-8&rls=org.mozilla:it:official&client=firefox-a&um=1&ie=UTF-8&source=og&sa=N&hl=it&tab=wi

    E siccome io amministrazione ipotetica non voglio passare per un usurpatore del lavoro altrui stabilisco una cifra che funga da "rimborso spese" per chi effettivamente ci lavora su quel benedetto selciato.
    Come?
    Mandando un pubblico ufficiale (dipendente comunale) a controllare (e se vuole a lavorare).


    ES: 1 giornata di lavoro corrispondente ad ore 8 + un pranzo + spostamenti e sulla base del principio del lucro cessante (non guadagno sul mercato cercando il profitto ma metto a disposizione il mio lavoro sul mercato del non-profit) dovrei in qualche maniera sopravvivere...

    Ecco che, siccome c'è anche la componente "volontariale" fondata sulla passione che l'operatore mette in quello che fa sarebbe necessario giocare con regole chiare, semplici e trasparenti.

    E dunque si diceva:
    1 giornata di lavoro di lavoro per quel tipo di attività costa sul mercato del profit euro (ad esempio) 80.
    Bene: sul mercato del non profit quella giornata di lavoro scevra da contributi pensionistici ed altro (io personalmente li includerei) potrebbe essere "rendicontata" come avente un "valore socioeconomico" pari alla metà del prezzo di mercatro: euro 40

    A prescindere dai numeri (di fantasia) penso che si riscoprirebbe un bel bacino occupazionale in tempi in cui la creatività è asservita alla cultura dominante (mercato del lavoro/welfare attuale)

    Manco a dirlo questo sarebbe un'intervento diretto al mondo dei giovani. Così, giusto per essere un pò scaltri.

    Giusto per far godere la collettività del lavoro di "fessi". Senza moralismi, s'intende.


     

    Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 

    Facebook Comments

    Link Consigliati:
    Portale turistico per le vacanze a Siracusa e Provincia - vacanzesiracusa.com

    Increase your website traffic with Attracta.com
    Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il presente FORUM, non rappresenta una testata giornalistica in quanto sar� aggiornato senza alcuna periodicit�. Non pu� pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite, non sempre ma in massima parte, sono tratte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse.Il Gestore del FORUM, non � responsabile del contenuto dei commenti ai post, n� del contenuto dei siti "linkati"

    WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!